Movimento franoso, monitoraggio costante a Petilia Policastro

Amedeo NicolazziDopo la frana che ha interessato il comune di Petilia Policastro si è svolta, oggi, una riunione in Prefettura a cui hanno preso parte, oltre al Prefetto Vincenzo De Vivo, il Sindaco di Petilia Policastro, Amedeo Nicolazzi, il Questore di Crotone, Dott. Botte; il Dirigente della Protezione Civile Regionale, Ing. Forte, insieme ad altri tre Funzionari; l’Ing. Munno, per il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Crotone; ilComandante Provinciale dei Carabinieri di Crotone, Col. Iacono, unitamente al Comandante della Compagnia Carabinieri di Petilia Policastro, Cap. Martino. Su indicazione della Protezione Civile Regionale, il Sindaco di Petilia ha attivato il C.O.C., Centro Operativo Comunale, che resterà permanentemente operativo, al fine del costante monitoraggio del movimento franoso.

Parallelamente, il Sindaco provvederà a far rispettate le prescrizioni tecniche impartite dalla protezione civile regionale ed affinchè si effettui, da parte degli uffici comunali, ogni utile verifica amministrativa sugli immobili edificati nell’area in questione. Il Comune di Petilia provvederà inoltre ad integrare, da subito, il piano di protezione civile comunale, già presentato, in schema, presso la Regione Calabria ed in ordine al quale la stessa Regione ha formulato osservazioni e rilievi sull’esatta individuazione delle aree a rischio. Si è convenuto altresì di interessare la Provincia di Crotone per il costante monitoraggio della Strada provinciale 60. Il Sindaco di Petilia ha infine riferito che nella giornata di mercoledì 4 prossimo sarà ricevuto presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri in merito ad alcune progettazioni da tempo presentate dal Comune in questione; altrettanto farà, nei prossimi giorni, presso la Regione Calabria, per altri progetti che riguardano sempre l’area oggetto del movimento franoso.