Falsi volontari chiedevano soldi in Umbria, tra loro un calabrese

polizia notteNon c’era nessun volontariato, ma i truffaldini sì. Indossando una pettorina fosforescente e un cartellino con la scritta “Piv- Progetto Italia Volontari”, si sono messi a fermare le auto in uscita dal parcheggio di un supermercato cittadino, chiedendo insistentemente soldi e ostacolando l’intensa circolazione del fine settimana. Un cliente ha chiamato il 113 e la polizia di Stato li ha identificati: un calabrese 50enne e un romano 23enne – ambedue pregiudicati per reati contro il patrimonio, truffa e abuso della credulità popolare in varie città di Italia – tentavano di raccogliere soldi per un’associazione risultata inesistente. Sono stati nuovamente denunciati per molestie e disturbo alle persone e abuso della credulità popolare e sono stato allontanati da Terni con il foglio di via obbligatorio.