Demanio marittimo, da Cariati a Calopezzati sindaci chiedono controlli

Controlli guardia costieraDemanio, sicurezza per i bagnanti, videosorveglianza, fenomeni oleosi in mare nella stagione estiva che nulla hanno a che vedere con i sistemi di depurazione, funzionanti. Da Cariati a Calopezzati, i sindaci del basso Jonio cosentino chiedono maggiori controlli e prevenzione alle autorità portuali. A darne notizia è il vicesindaco Filippo Mazza che ha partecipato con i colleghi amministratori, nei giorni scorsi, all’incontro tenutosi a Cariati, presso l’Ufficio Locale Marittimo, con il maresciallo Giuseppe Baldi ed il tenente Donato Zito della capitaneria di Corigliano addetto al settore demanio. Problematiche legate al demanio. Quello che non manca – ha dichiarato il vicesindaco Filippo Mazza – è la volontà da parte delle amministrazioni comunali ad intervenire per affrontare le varie situazioni; la vera criticità era e rimane quella delle risorse finanziarie sempre più carenti ed esigue. È il bilancio che condiziona. L’occasione è stata utile per affrontare le varie questioni come la necessità di utilizzare un sistema di videosorveglianza, di garantire la sicurezza dei bagnanti e di fare prevenzione contro fenomeni di inquinamento ambientale dovuti a scarichi abusivi; e, infine, fare uno screening dello stato dei lavori dei Piano Spiaggia comunali.