...


‘Street control’, addio (forse) alla sosta selvaggia a Crotone

Il nuovo sistema di videosorveglianza circolerà nel centro storico dove a dirigere il traffico e’ un prete?

Mimmo Stirparo

Crotone, giovedì 21 Gennaio 2016.

Street-ControlUn prete a dirigere il traffico veicolare e a far rimuovere le auto in sosta davanti alla chiesa? È accaduto anche questo e chissà quante infinite volte in passato. Tempo fa Mons. Ezio Limina, parroco della Basilica Cattedrale di Crotone, assistito da un collaboratore parrocchiale, si è visto costretto, ancora per l’ennesima volta, a fare le veci del vigile urbano e chiedere ai negligenti e irrispettosi automobilisti di rimuovere le proprie auto poste in sosta vietata davanti al sagrato della chiesa che ostacolavano l’arrivo di un corteo funebre per la celebrazione del mesto rito religioso. Ormai è diventata consuetudine consolidata e tollerata parcheggiare le auto in piazza Duomo, dove vige il divieto assoluto di sosta con tanto di rimozione forzata. Rimozione forzata? E quando mai! Ormai questo antico spazio urbano e dintorni come la piazzetta dell’Immacolata sono diventati parcheggi selvaggi in tutte le ore ed in tutti i periodi dell’anno senza nessun rispetto verso i siti sacri. Insomma un parcheggio, l’unico gratuito in città e senza limiti d’orario. E i vigili urbani? E sì che vi passano quotidianamente da queste parti.

Che dire? Ci troviamo a denunciare, ancora una volta, lo stato di cattiva salute di una città caotica, inospitale, sporca ed inquinata. È sotto gli occhi di tutti il caos che regna sovrano; non sfugge a nessuno che le vie cittadine ed i marciapiedi, dal centro alle periferie, sono ormai preda di auto ed immondizie. Siamo davvero al limite dell’indolenza. E sì perché queste negligenze, per usare un eufemismo, le abbiamo già denunciate tante altre volte da queste colonne. Ripetiamo come sia davvero vergognoso come presentiamo ai turisti, agli ospiti giornalieri, agli operatori di cultura, la nostra città. Come possono tranquillamente passeggiare un turista occasionale ed i residenti se sono travolti da un traffico veicolare selvaggio ed indiavolato con parcheggi in seconda e terza fila e sui marciapiedi. Orbene, nei giorni scorsi presso la sede della Polizia municipale è stato presentato lo “Street control”. Si tratta di un nuovo sistema di vigilanza in dotazione ai vigili urbani. Il nuovo meccanismo è fatto di una videocamera sull’auto dei vigili che riprende e fotografa le targhe delle auto indisciplinate ed invia il tutto su un tablet in uso al vigile all’interno della macchina stessa. In tempo reale verrà riscontrata l’irregolarità e via con la sanzione. Chissà se lo “Street control” circolerà dalle parti della Cattedrale e del centro storico. Chi vivrà vedrà!

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 Risposte a ‘Street control’, addio (forse) alla sosta selvaggia a Crotone

  1. Carmine Rispondi

    22 Gennaio 2016 at 10:05

    A dire la verità ieri sera (20-01-2016) intorno alle ore 18.10 la pattuglia dei vigili urbani era finalmente presente in Piazza Duomo a controllo “della sosta selvaggia”.
    Che perfetta sincronia con la data dell’articolo.
    Mi chiedo, un controllo nei pressi del semaforo di Corso Mazzini, davanti il tribunale?
    Qui in città vige la regola del permesso di passare con il semaforo giallo o “rosso fresco”, con notevole pericolo per i pedoni!!!!!

  2. angelo Rispondi

    21 Gennaio 2016 at 16:29

    Dubito fortemente che si risolva qualcosa….senza bisogno di vivere a lungo…
    Ormai il cancro si è impadronito della città ed è difficilissimo da estirpare.

  3. Gian Franco Rispondi

    21 Gennaio 2016 at 13:21

    Una cosa è certa: il comune incasserà di sicuro un bel po’ di quattrini| Ma una domanda devo farla: i parcheggi a pagamento di Crotone sono tutti presidiati. La domanda è: i soldi a chi devono essere dati, al custode o alla macchinetta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *