...


Quinta giornata nazionale di Liltwalking: 400 studenti partecipanti alla staffetta della salute

Si è chiusa oggi pomeriggio, nella palestra dell’Ic Alcmeone, la V giornata nazionale di Liltwalking, appuntamento ormai tradizionale messo in campo dalla sezione provinciale di Crotone della Lilt, Lega tumori

La Redazione

Crotone, sabato 07 Dicembre 2019.

Eventi
in città e provincia, staffetta della salute, incontri con esperti su
movimento, sana alimentazione, corretti stili di vita, lotta al
tabagismo. Per un totale di 400 studenti coinvolti sull’importanza della
prevenzione oncologica. Si è chiusa oggi pomeriggio, nella palestra
dell’Ic Alcmeone, la V giornata nazionale di Liltwalking, appuntamento
ormai tradizionale messo in campo dalla sezione provinciale di Crotone della Lilt, Lega tumori.

Quest’anno la manifestazione, che coniuga sport e salute, è tornata con una formula del tutto tutta rinnovata. 

L’evento
clou stamani con la “Liltathon”, la staffetta della salute, partita
alla 9 di mattina e conclusasi alle 15 di oggi pomeriggio. Centinaia tra
studenti, associazioni e cittadini  hanno partecipato alla
Liltathon, maratona di cammino e solidarietà per la prevenzione
oncologica, a passo di Fitwalking, ininterrottamente per sei ore, per
ricordare a tutti l’importanza dei corretti stili di vita. Hanno aderito
alla staffetta della salute gli alunni dell’Ic Alcmeone, scuola partner
della Lilt per il progetto di ricerca scientifica Lilt community
project,  l’Ic Papanice- scuola secondaria di primo grado
Margherita, l’istituto artistico e il Nautico, quest’ultimo presidio
della salute per quanto riguarda la lotta al tabagismo con il progetto
di ricerca Lilt smoking free school. Alla Liltathon hanno aderito,
inoltre, tanti campioni della salute e dello sport: Daniele Menarini,
direttore rivista “ Correre”, testata leader settore, Giorgio Garello,
ex ultramaratoneta, trekker d’alta quota  già in passato
consulente FIDAL per Trail e Ultratrail, Idam Ayoub, stella
dell’atletica crotonese, Antonio Albo, campione Muay Thai, e Tobia
Loriga, campione italiano dei pesi welter. Ad avvicendarsi in cammino
anche tante associazioni sportive cittadine: Asd Krav maga Kroton
Academy, Asd ciclistica  Carolei, Asd judo Milone Crotone,
il team di Tobia Loriga, associazione Muay thai con il presidente
regionale Giuseppe Trocino e con il team Albo, gli allievi della
palestra Millenium con Ilaria Marcellino.

Nel
corso della mattina la sezione provinciale della Lilt di Crotone ha
consegnato il premio “Camminare è vivere” realizzato dal maestro orafo
Gerardo Sacco alla scuola partecipante con il maggior numero di alunni. A
vincere è stato l’Ic Alcmeone. La manifestazione è andata in diretta
per tutta la sua durata su Radio studio 97, alla radio si sono
alternati, in staffetta, gli esperti della Lilt la nutrizionista Michela
Zizza, e la psicologa Tonia Colella che hanno dato consigli utili su
sana alimentazione e benessere.

La V giornata nazionale di Liltwalking si era aperta ufficialmente giovedì scorso a Torre Melissa con  l’iniziativa
“Tutti a scuola con il Fitwalking, Camminare bene per vivere meglio”,
manifestazione che si è svolta presso l’Ics Giovanni XXIII, a cui hanno
partecipato il sindaco di Melissa, Raffaele Falbo, Francesco La Manna,
consigliere con delega allo Sport, Giorgio Garello, trekker d’alta quota
e coinventore del Fitwalking cross, Giuliana Spagnolo, responsabile
gruppo Lilt Fitwalking per la sezione provinciale di Crotone, e tanti
studenti delle scuole.

Venerdì
sera, invece, alla Lega Navale Crotone si è svolto l’incontro “Storie
di sport” con Giorgio Garello, che ha intervistato Daniele Menarini.
L’iniziativa è stata aperta da Giovanni Pugliese, presidente della LNI
Crotone e da Patrizia Pagliuso, neopresidente della sezione provinciale
di Crotone della Lilt. Menarini ha portato all’attenzione del pubblico
presente tante storie di atleti che “attraverso il linguaggio universale
dello sport” hanno “ abbattuto muri” del razzismo, della malattia.
Esempi di vita entrati a pieno titolo nella leggenda: da Jesse Owens a
Tommie Smith, da Magic Johnson ad Alex Zanardi, passando per Bebe Vio,
Alessandro Nannini fino ad arrivare alle piccole storie di tanti
maratoneti pazienti post oncologici o diabetici. Un excursus quello di
Menarini sullo sport come ausilio nella medicina e nella cura.

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *