Cirò Marina: Sospensione-Revoca delle licenze nei confronti degli esercenti di attività commerciali che hanno debiti per tributi locali

Integrazione Regolamento Generale delle Entrate Comunali.
Avvio procedure di Sospensione e/o revoca delle licenze, autorizzazioni, concessioni e segnalazioni certificate di inizio attività, nei confronti degli esercenti attività commerciali e produttive che hanno debiti per tributi locali.

Con delibera n° 28 del 20/11/2019, adottata con i poteri del Consiglio Comunale, la Commissione Straordinaria, al fine di incrementare l’efficienza della gestione delle entrate ha integrato il vigente Regolamento Generale delle Entrate Comunali, con l’introduzione dell’art. 7 bis rubricato “Misure preventive per sostenere il contrasto dell’evasione dei tributi locali”

In particolare, al fine di dare attuazione alla previsione di cui all’articolo 15 ter del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34 così come modificato dalla legge di conversione 28 giugno 2019, n. 58 ( cosiddetto decreto Crescita) è stato disposto che nei confronti degli esercenti attività commerciali e produttive in genere, all’atto del rilascio e/o rinnovo di licenze, autorizzazioni, concessioni, nonché alla ricezione di segnalazioni certificate di inizio attività, uniche o condizionate e inoltre per tutti i soggettititolari di licenze,autorizzazionie concessioni attive, sia verificata per ciascuno la regolarità del pagamento dei tributi locali.

All’esito di tale verifica, ove risultino morosità per tributi locali a carico dei soggetti richiedenti titolari di licenze, autorizzazioni e concessioni attive l’Ente notificherà la comunicazione di avvio del procedimento di sospensione dell’attività di cui alle licenze, autorizzazioni, concessioni e segnalazioni certificate di inizio attività, assegnando un termine di 30 giorni per la regolarizzazione. Decorso infruttuosamente tale termine, entro i 15 giorni successivi, sarà emesso e notificato a cura dell’Ufficio competente il provvedimento di sospensione per un periodo di 90 giorni, salva sopravvenuta regolarizzazione prima della scadenza di tale termine; in mancanza di regolarizzazione entro il predetto termine di novanta giorni, si procederà alla revoca della licenza, autorizzazione o concessione o rigetto della segnalazione certificata di inizio attività.

I contribuenti morosi potranno procedere a regolarizzare la propria posizione debitoria con gli strumenti previsti dal predetto regolamento o da quelli specifici dei tributi oggetto del debito.

Si rappresenta, inoltre, in caso di rateizzazione delle somme dovute, anche ilsolomancatopagamento entro i termini fissati di due rate, comporta la decadenza dal beneficio di dilazione, l’obbligo di pagamento entro 15 giorni in unica soluzione del debito residuo ed il ritorno delcontribuentenellaposizionediirregolaritàtributariaaifinidell’applicazionedelpresente articolo.