NOTIZIARIO DEL COMPRENSORIO CALABRESE

Dipendenti in malattia all’Asp di Crotone, Castiglione (Italia Viva): lo Stato intervenga subito, accertate le ipotesi di reato

La nota di Antonio Castiglione, Coordinatore Provinciale Italia Viva Crotone

Crotone, lunedì 23 Marzo 2020

Leggere le dichiarazioni dei giorni scorsi del direttore generale dell’Asp di Crotone Masciari, ci fanno riflettere sullo stato delle cose nel nostro territorio: “In questo momento con il nuovo reparto Covid quelle degli infermieri e degli oss sono le figure di cui abbiamo bisogno.

Sulla carenza storica si è inserita l’emergenza. 

Grazie alla gestione integrata dei vari reparti, per quanto riguarda i medici stiamo tenendo bene. 

Quello che ci sta dando da penare è l’assenza di infermieri e oss”.

La provincia di Crotone affronta una situazione di emergenza nell’emergenza.

Su circa 1600 dipendenti 300 sono in malattia, e di questi circa la metà sono operatori sanitari , un dato che non passa sicuramente inosservato.

Chi usufruisce “legittimamente” però di questo strumento di legge coincide in proporzione nel periodo più difficile per l’intera struttura ospedaliera, con il dato del coronavirus sempre in aumento.

Ciò che sta succedendo all’Asp Crotone è qualcosa di VERGOGNOSO.

Chi dovrebbe per deontologia professionale e non solo, stare in prima linea in questa battaglia invisibile ha deciso di guardare la tv comodamente dal proprio divano. 

ASSURDO per un territorio già difficile come il nostro.

Lo Stato intervenga subito, accertate le ipotesi di reato, se proprio vogliono stare a casa che ci rimanessero per sempre.

Tanti medici ed infermieri anche tra i più giovani neolaureati da ogni parte d’Italia,  della nostra provincia e regione, stanno rischiando la propria vita per noi, che vangano sostituiti con questi eroi.

A loro va il nostro grazie.

La Redazione