...


Sabato 20 maggio: riaprono i monumenti a Santa Severina, il sogno di una primavera crotonese

Lo comunica di Ferdinando Panza, presidente della Pro Loco Siberene di Santa Severina

La Redazione

Santa Severina, venerdì 29 Maggio 2020.

Con particolare emozione si annuncia a sabato
30 maggio 2020, la riapertura dei monumenti di Santa Severina, uno dei borghi
più belli d’Italia: il castello, il Museo Diocesano di arte sacra, la
cattedrale di Santa Anastasia, il battistero e tutto il centro storico
aspettano di essere nuovamente ammirati. Gli addetti ai lavori dei servizi
turistici, l’Aristippo Touring Service,
ha adeguato con misure di prevenzione legate all’emergenza sanitaria, un
percorso di visita con le dovute norme di sicurezza. Ovviamente, per l’entrata
ai suddetti beni culturali è obbligatorio l’uso della mascherina, rispettando
il distanziamento sociale di 1-2 metri tra i visitatori per tutelare la salute
di tutti e godere delle bellezze in piena armonia e tranquillitĂ . Certo non
sarĂ  facile riprendere, siamo consapevoli della difficile situazione economica,
purtroppo presente nella case di molte famiglie, ma noi vi aspettiamo per farvi
passare qualche ora di spensieratezza avvolti nella storia, nella cultura…e
nella nostra natura.

Mi piacerebbe pensare che questi mesi complicati,
porterebbero in dono una rifioritura del nostro territorio, con la possibilitĂ 
che sia il popolo calabrese, sia ogni visitatore da ogni parte del mondo scegliesse
per le loro vacanze i luoghi della provincia di Crotone.

Sarebbe bello pensare ad un’offerta
turistica completa con le nostre risorse
naturali, quali ad esempio: Capo Colonna con l’area marina
protetta di Capo Rizzuto e Le Castella, Cirò Marina con Punta Alice, Torre
Melissa, Strongoli, l’anello di Monte Fuscaldo, le grotte di Verzino, le
sorgenti termali di Cotronei e Caccuri, i territori naturalistici di Petilia e
Mesoraca, oppure le risorse culturali: il castello di Carlo V di Crotone e il Museo
Archeologico Nazionale, il museo e i giardini di Pitagora, l’area archeologica
di Capo Colonna, il castello aragonese di Le Castella, Santa Severina e Caccuri
tra i borghi più belli d’Italia, il Multilia museo multimediale di Altilia,
l’antica Acherentia, la torre aragonese di Torre Melissa, i mercati saraceni di
Cirò Marina, le chiese e i palazzi storici di Crotone e di tutta la provincia.

Per
non parlare di un eventuale percorso enogastronomico, si potrebbe valorizzare la
dieta mediterranea con presentazione dei prodotti e dei piatti tipici del
nostro territorio, dimostrazione dei
processi di produzione, show cooking, degustazioni e magari una passeggiata tra
gli uliveti e i vigneti che raccontano storie del nostro passato.

Ripartiamo
insieme, crediamo nel nostro territorio perché la storia e la natura ci hanno
regalato un patrimonio immenso da valorizzare e tutelare.

Per informazioni piĂą dettagliate sulla visita a
Santa Severina si può chiamare al numero 3394051632 oppure inviare una e-mail a
info@aristippo.it / prolocosiberene@gmail.com.

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *