...


La Giornata per le vittime è sacra, la riffa sull’idea no

Un momento, un giorno, per ricordare e piangere tutti i morti dell’epidemia, e per primi coloro che non sono stati pianti e sepolti, è un dovere pubblico e una necessità per tutti noi, le persone, gli scampati. Una civile elaborazione del lutto. La data ora c’è, decisa due giorni fa dalla commission continua a leggere […]

La Redazione 24

, sabato 30 Maggio 2020.

Un momento, un giorno, per ricordare e piangere tutti i morti dell’epidemia, e per primi coloro che non sono stati pianti e sepolti, è un dovere pubblico e una necessità per tutti noi, le persone, gli scampati. Una civile elaborazione del lutto. La data ora c’è, decisa due giorni fa dalla commission
continua a leggere su “IL FOGLIO” >>

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *