...


Nasce a Cirò Marina il circolo del Movimento 24 Agosto “Equità Territoriale”

Lo slogan che E.T. sta adottando per manifestare in molte stazioni del Sud, è appunto VOGLIAMO ALTA VELOCITA’ E NON ALTRA VELOCITA’

Oscare Grisolia

Cirò Marina, venerdì 26 Giugno 2020.

Il circolo è nato di Cirò Marina per volontà della scrittrice Francesca Gallello, unitamente a Rosanna Labonia, Mario Bria, Gennaro Marino, Rodolfo Calaminici,  Guido Perri, Carmine Ruggero, Pietro Arcuri, Secondo Carlino e Guglielmo Gatto. “Abbiamo già pronto un magnifico programma, ci riferisce Francesca Gallello,  che speriamo di onorare al meglio. Il nostro desiderio, è quello di lavorare e impegnarci per poter ridare speranze ai nostri giovani, costruendo per loro e con loro, un futuro migliore nella nostra terra. Equità significa dare a tutti i cittadini, a tutti gli uomini e donne, gli stessi diritti e le stesse opportunità.”  Il Movimento che a livello nazionale è guidato dal suo fondatore, Pino Aprile, giornalista e scrittore, nasce dal desiderio di ricostruire il Sud attraverso proprio l’Equità Territoriale. Molti i circoli che stanno nascendo in tutta Italia, e tante le iniziative che già sono in atto. Prima fra tutte, il diritto all’alta velocità, che al Sud e in Calabria in particolare è più una presa in giro, infatti, lo slogan che E.T. sta adottando per manifestare in molte stazioni del Sud, è appunto VOGLIAMO ALTA VELOCITA’ E NON ALTRA VELOCITA’. Infatti, tante le irregolarità legate all’alta velocità in Calabria, che hanno ombre troppo scure, come ad esempio, le linee ferroviarie che troppo vecchie e non adatte a sostenere  treni di alta velocità, i quali, proprio per tale motivo, sarebbe ALTRA velocità, perché un treno veloce su un binario vecchio e corroso, è, per forza di cose, costretto a ridurre la sua velocità, non solo, tanti i rischi e pericoli. Il Sud, ha sempre sofferto ed è sempre stato messo da parte, o accontentato con briciole vergognose. I meridionali, hanno diritto all’equità, alla crescita economica, a viaggiare senza che diventi un pellegrinaggio. Il Sud è una terra che tanto ha dato al Nord, a differenza di quanto si sente dai media, basta studiare un po di storia, quella vera. “Siamo felici di poter continuare, continua Francesca Gallello,  il nostro percorso storico di studi e ricerche, che ormai da anni curiamo con la nostra associazione culturale Radici, ora anche con il Movimento 24 Agosto Equità Territoriale, sarà per noi una forza ed un incoraggiamento a fare sempre di più, infatti, tutti gli iscritti e fondatori del circolo di Equità Territoriale di Cirò Marina, sono soci Radici. Questo significa che tutti siamo convinti, doppiamente, a sostenere la causa di Pino Aprile, quindi del Movimento 24 Agosto, quindi del nostro Sud. Il periodo particolare che l’Italia ma il mondo intero sta attraversando a causa del Covid 19, non ha fermato Il movimento, infatti, tante le manifestazioni fatte in diverse stazioni calabresi, e forte la guida del leader del movimento, Pino Aprile, che tutte le sere alle ore 18:30 in diretta fb dalla pagina del Movimento 24 Agosto, per oltre un’ora, ininterrottamente, parla dei tanti problemi che il Sud deve affrontare, delle ingiustizie politiche, sociali, economiche che tutti noi meridionali siamo costretti a vivere. E’ giunto il momento di dire basta e dirlo a voce forte, ognuno a modo proprio, aderendo al circolo o con le proprie associazioni, con il proprio pensiero, con il proprio contributo, partecipando attivamente o per quello che può, alle tante iniziative che il movimento sta già mettendo in atto. Il Circolo del movimento 24 Agosto Equità Territoriale di Cirò Marina, ha un gruppo fb, al quale chiunque può iscriversi o fare domande, chiedere informazioni.”

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *