...


Serie BKT 32esima giornata Simy abbate (3-0) la corazzata Benevento con tre bordate

Crotone di nuovo solitario al secondo posto con tre punti di vantaggio sulla terza

Giuseppe Livadoti

CROTONE, sabato 04 Luglio 2020.

Crotone     3

Benevento 0

Marcatore: Simy 13°, 18°, 71°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Golemic,
Marrone (Curado), Cuomo, Gerbo (Mustacchio), Benali (Crociata), Barberis,
Zanellato (Gomelt), Molina, Messias, Simy. All. Stroppa

Benevento (4-4-2): Montipo, Maggio,
Volta, Tello, Letizia, Moncini (Di Serio), Del Pinto (Sau), Tua, Schiattarella
(Hetemaj), R.Improta, R.Insigne (Gragl). 

Arbitro: Gianluca Aureliano di Bologna

Assistenti: Cipressa – Avalos

Quarto giudice a bordo campo: Salvatore
Longo di Pavia

Ammoniti: Del Pinto, Improta, Simy,
Schiattarella, Volta, Gragl,

Angoli: 4 a 2 per il Crotone

Recupero: 2 e 4 minuti

La sconfitta (2-0) del Cittadella a
Pisa, il successo degli Squali contro il Benevento, rimettono a posto la
classifica a favore del Crotone nuovamente solitario al second posto con tre
lunghezze di vantaggio sull’immediata inseguitrice. Unico neo della serata
l’assenza del pubblico che non ha goduto dello spettacolo dal vivo ma ha dovuto
accontentarsi di seguire la propria squadra attraverso Dazn.

È il Benevento ad avviare il gioco e
trova subito un Crotone ben disposto a centrocampo e in difesa. Prima punizione
dal limite a favore del Crotone al quarto minuto, batte Zanellato ed impegna
Montipo’.  Nessun timore reverenziale da
parte dei pitagorici nei confronti della corazzata Benevento. Sale in cattedra
il Crotone ed è Simy a mettersi in evidenza come goleador di razza. Al
tredicesimo minuto torna al gol, dopo un digiuno di tre giornate, mettendo
dentro il palllne di testa dopo il perfetto cross di Gerbo (14esimo gol
stagionale). L’uomo partita è Simy con perfetti passaggi ai compagni e come
realizzatore. Al minuto diciotto il nigeriano trova il raddoppio mettendo
dentro il pallone dopo uno slalom da sciatore navigato (15esimo gol
stagionale).

Tanto Crotone in ogni settore del campo,
ed al minuto ventuno Messias manda il pallone a colpie la traversa. Centrocampo
protagonista nel primo tempo con Barberis centrale, Benali e Zanellato esterni,
Gerbo e Molina esterni di fascia veri cursori. Improta e Insigne, ed a turno
Moncini e Del Pinto in fase offensiva mai pericolosi nei confronti di Cordaz.
Non cambia il cliché della partita nella ripresa. È sempre il Crotone che
controlla le giocate avversarie e si porta spesso in avanti. Al minuto
cinquantasei Zanellato sbaglia il terzo gol mandando il pallone all’esteno
della rete da posizione ravvicinata.

Nervoso Inzaghi nei confronti dei suoi e
cerca di ridurre le distanze mandando subito in campo Hetemaj e Sau al posto di
Schiattarella e Dal Pinto. All’Ezio Scida non c’è trippa per gatti ed al minuto
settantuno Simy segna il terzo gol della serata (sedicesimo stagionale) dopo
aver ricevuto il pallone da Gerbo dalla fascia destra.

Doveva essere l’incontro clou della
giornata, e dell’intero girone, tra le prime due in classifica, invece, fin
dalla vigilia già si sapeva che sarebbe stata una passarella per il Benevento,
neo promosso in serie A con sette giornate d’anticipo. Umori diversi per il
Crotone, ancora a secco di vittorie dopo tre giornate dalla ripresa del
campionato, obbligato a conquistare punti pesanti per mantenere la seconda posizione.
Ancora una diversa formazione predisposta da Stroppa (le partite ravvicinate ed
il caldo obbligano un continuo turnover) con il ritorno in campo fin
dall’inizio del bomber Simy (13 gol realizzati) in sostituzione di Armenteros,
Gerbo esterno desto al posto di Mustacchio, Zanellato interno sinistro per
Crociata.

Ospiti senza lo squalificato Caldirola
rimpiazzato da Tello e fuori anche Hetemaj per fare posto a Tua.

In campo sanniti per nulla rilassati nel
corso dell’intero incontro, nonostante l’avvenuta promozione, hanno onorato
anche contro gli Squali il loro impegno agonistico con ottime giocate e non
poteva essere diversamente in considerazione dello spessore della squadra.

Il risultato finale è stato il giusto
prodotto di un incontro che ha confermato il valore delle squadre che occupano
il primo e secondo posto. Per il Benevento i prossimi incontri continueranno ad
essere delle passarelle, il Crotone, invece, deve già pensare alla prossima
sfida in quel di Cittadella, squadra interessata alla diretta promozione.

Nota della serata ancora un nulla di
fatto all’Ezio Scida da parte del Benevento dopo quarantatre campionati.

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *