...


Serie BKT 33esima ancora un successo (1-3) del Crotone contro il Cittadella in trasferta

Doppietta di Messias e gol di Simy il regalo al presidente Gianni Vrenna per il suo sessantesimo compleanno

Giuseppe Livadoti

CROTONE, sabato 11 Luglio 2020.

Cittadella   1

Crotone     3

Marcatore:
Messias 11°, Simy 36°, Messias 49°, Panico 64°

Cittadella
(4-3-1-2): Paleari, Frare, Adorni, Ventola, Benedetti, Proia (Gargiulo), Iori
(Gargiulo), Branca, D’Urso (Panico), Diaw (De Marchi), Stanco (Luppi). All.
Venturato

Crotone
(3-5-2): Cordaz, Golemic, Marrone (Curado), Cuomo, Gerbo (Mustacchio), Benali
(Gomelt), Barberis, Zanellato, Molina, Messias (Armenteros), Simy (Lopez). All.
Stroppa

Arbitro:
Marco Serra di Torino

Assistenti:
Pagnotta – Muto

Quarto
giudice bordo campo: Daniel Amabile di Vicenza.

Ammoniti:
Marrone, Zanellato, Benedetti, Adorni, Branca

Angoli:
5 a 4 per il Crotone

Recupero:
1 e 5 minuti

Mister
Stroppa nel dopo partita: “Una grossa prestazione contro un’ottima squadra ma
occorre continuare a rimanere con i piedi per terra. Si devono evadere ancora
diverse partite ed il Crotone sarà impegnato in scontri diretti. Lunedì arriva
all’Ezio Scida il Pordenone, terzo in classifica, ed il nostro obiettivo minimo
mantenere l’attuale distanza. Mi piace come si sta esprimendo la squadra,
indipendentemente da chi gioca, a dimostrazione dell’ottimo lavoro settimanale.
Peccato per i gol sbagliati ma va bene lo stesso”. Formazione iniziale del
Crotone senza alcuna novitĂ  rispetto a quella che ha sconfitto il Benevento la
precedente giornata.

Assente
il difensore Perticone ed ancora indisponibile Ghirindelli, il tecnico locale Venturato
ha lasciato fuori anche Mora, Vita e l’attaccante Luppi sostituendoli con Frare
e Ventola in difesa, Proia centrocampista, Stanco in attacco.   

La
vittoria contro il Cittadella è stata senza dubbio il migliore regalo ricevuto
dal presidente Gianni Vrenna per il suo sessantesimo compleanno.

Non
era facile iniziare la partita pensando ad un immediato vantaggio del Crotone
dopo appena undici minuti. La disposizione tattica che vedeva Simy unica vera
punta affiancato, a secondo gli sviluppi della giocata, da Messias, e la buona
copertura difensiva con la collaborazione di Molina a sinistra e Gerbo a
destra, ha dato ragione agli uomini di mister Stroppa nella prima parte
dell’incontro dove Benali, Zanellato, Barberis, sono stati padroni della parte
centrale del campo. Squadra attenta in ogni settore ed al minuto undici Messias
approfitta di una distrazione di Iori fuori dall’area di rigore e fulmina il
portiere. Un minuto dopo Molina ha avuto la possibilitĂ  del raddoppio sventato
dal portiere che devia il pallone in angolo. Nessun pericolo per Cordaz  da parte degli attaccanti D’Urso, Diaw,
Stanco, ma ordinaria amministrazione. In campo, tra le fila del Crotone c’è un
giocatore dal nome Simy che non perdona quando si trova con il pallone tra i
piedi e può calciare a rete. Infatti, al minuto trentasei, il nigeriano dopo un
assolo iniziato fuori dall’area di rigore mette a segno il suo diciassettesimo
gol stagionale che significa anche raddoppio per il Crotone. Si pensava ad un
ritorno del Cittadella ad inizio ripresa ed invece è ancora il Crotone che
domina la partita in fase difensiva e in attacco. Il buon momento degli ospiti
si concretizza con il secondo gol realizzato da Messias (terzo della serata) al
minuto quarantanove. Venturato deve ricorrere a qualche nuova strategia per
riportare in partita la sua ed opera la doppia sostituzione, dentro due freschi
attaccanti Luppi e De Marchi e successivamente ancora un doppio cambio: Panico,
attaccante, per D’Urso,  Gargiulo al
posto dello spento centrocampista Iori. Cittadella formato 4-3-3 e la spinta
offensiva dei locali si concretizza al minuto sessantaquattro con Panico che
accorcia le distanze. In precedenza Crotone ancora vicino al gol con Zanellato
che manda il pallone a sfiorare il palo e Messias al minuto sessantadue
colpisce in pieno la traversa. Ci crede nella rimonta il Cittadella e spinge di
più in fase offensiva senza, però, trovare spazi adeguati. Stroppa intravede un
po’ di stanchezza nella sua squadra e manda dentro il difensore Curado al posto
dell’ammonito Marrone, Mustacchio rileva Gerbo sulla fascia destra, Armenteros
dentro in sostituzione di Messias che tanto ha lavorato finchĂ© in campo.  

Il
Cittadella ci ha provato ad interrompere la serie degli otto risultati utili
consecutivi dei pitagorici ma alla fine si è dovuto arrendere di fronte alla loro
“cocciutaggine” di rimanere solitari al secondo posto. Era dalla trasferta di
Venezia (28esima giornata) che gli uomini di mister Stroppa non assaporavano la
gioia del successo pieno lontano dalle mura amiche. Al termine dei novanta
minuti piĂą recupero, Crotone nuovamente vincente fuori casa e nel momento piĂą delicato
della stagione, quando non è consentito alcuna battuta d’arresto per centrare l’obiettivo
della promozione. La strada che porta alla meta è ancora tortuosa e non mancano
le insidie (Pordenone e Salernitana prossimi avversari allo Scida)  che potrebbero creare qualche problema. Ma se
tanto da tanto, quanto visto nell’ultima trasferta nessun ostacolo sarà
insormontabile per gli Squali.   

Per
il Cittadella si è trattato della seconda sconfitta consecutiva, dopo quella
subita in trasferta la precedente giornata a Pisa, che ha ridimensionato
l’aspirazione della diretta promozione. Ciò obbliga gli uomini di mister
Venturato a dover lottare nelle prossime giornate per mantenere la migliore
posizione play-off. Crotone nono risultato utile consecutivo e spumante in
frigo per festeggiare prossimamente la promozione in serie A.

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *