...


De Simone (FdI Crotone): Basta spreco di denaro pubblico. Dell’Aquila si dimetta

E’ quanto afferma nella nota Michele De Simone, Coordinatore Provinciale di Fratelli d’italia

La Redazione

Crotone, sabato 01 Agosto 2020.

Nè
gli addetti ai lavori nè tutta la stampa hanno dato il giusto risalto
alla scelta del Facente Funzioni Presidente della Provincia di Crotone
di nominare il nuovo capo gabinetto spostando il precedente nel ruolo di
capo segreteria.

Le motivazioni sottese alla scelta riportate nel decreto presidenziale n.37/2020 erano dettate dalla “… necessità
di modificare l’intero assetto organizzativo dell’Ufficio di
Presidenza, al fine di avere una struttura pù funzionale alle esigenze
del Presidente”.

Abbiamo
ritenuto, e continuiamo a ritenere, che tale scelta fosse inopportuna
perchè fatta a ridosso di importati competizioni elettorali che
interesserano Crotone e guarda caso Cirò Marina, dove il Facente
Funzioni concorrerà alle elezioni come candidato Sindaco del centro
sinistra.

Abbiamo
ritenuto, e continuiamo a ritenere, che tale scelta fosse il tentativo
di favorire l’avvicinamento tra il PD (o una parte di esso) e i
DemoKRatici (e così è stato).

Ma
al danno si unisce la beffa. Infatti con determina dirigenziale n. 392
del 29/07/2020 adesso conosciamo anche quanto costa l’operazione
elettorale messa in piedi da Dell’Aquila e dal PD (non sappiamo se
quello ufficiale o quello ufficioso).

Si
legge infatti che la spesa per l’incarico di capo gabinetto del
presidente è pari ad euro 106.253,74 mentre quella per il capo
segreteria è pari ad euro 83.871,34.

Insomma
per un Ente soppresso dalla legge Del Rio, che di fatto è stato
svuotato delle funzioni più importanti, una bella sommetta per
accontentare gli amici di partito.

Tali atti screditano ulteriormente la classe politica agli occhi dei cittadini, che pretendono risposte e meritano rispetto.

Crotone
continua ad essere la penultima provincia italiana per qualità della
vita, e non lo dice Fratelli d’Italia, lo dicono le statistiche e
soprattutto lo dice la realtà. 

La
politica è altro rispetto alle semplici elargizioni di prebende, ed
oggi come non mai questo territorio non si può permettere sprechi di
denaro. Ogni centesimo deve essere speso in servizi, in infrastrutture,
in innovazione tecnologica. I costi della poltica diretti ed indiretti
devono essere ridotti e non aumentati senza alcun controllo. 

Pretendiamo
che la determina di nomina e la determina di spesa siano ritirate, e
che contestualmente Giuseppe Dell’Aquila rassegni le dimissioni. Un
facente funzioni, che si trova ad essere guida della Provincia per un
caso fortuito (e giudiziario), e per un emendamento che ha spostato le
elezioni, non si può permettere di usare il ruolo per il proprio
tornaconto incurante dei bisogni effettivi dei cittadini dei 27 comuni
della nostra Provincia. 

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *