...


Crotone: atto vandalico verificatosi sulla panchina dedicata al Giuseppe Parretta

Continuano gli atti vandalici contro l’Associazione Libere donne

La Redazione

Crotone, domenica 02 Agosto 2020.

L’associazione Libere donne chiede l’attenzione delle istituzioni per l’ennesimo atto vandalico verificatosi il 31 luglio sulla panchina dedicata al Giuseppe Parretta vittima della criminalità organizzata di Crotone.

 Sono ignote le mani di chi ha imbrattato la panchina versando della “colla” o “glucosio” ( sostanza appiccicosa ) di cui non ne conosciamo l’entità. 

Sembra
che dia fastidio oltre all’operato che questa panchina sia diventata un
simbolo per l’intrattenimento ormai di tante donne che si recano
all’Associazione Libere donne per fare colloqui, nelle settimane
precedenti essa aveva giĂ  esposto denuncia per altri episodi
verificatosi all’interno della stessa, in quanto sembra che abbia
ricominciato a dare fastidio l’operato e la frequenza dell’ associazione
che nei mesi del lockdown ha riaperto per assistere le famiglie in
difficoltĂ . 

Innumerevoli
sono gli attentati e le minacce che l’associazione da quando aperta la
sede nel centro storico di Crotone ha subito e continua tutt’oggi, di
cui la tragedia del caro Giuseppe Parretta ,figlio del Presidente
Caterina Villirillo .

La panchina e la targa  sono stati inaugurati durante l’anniversario della morte del ragazzo, diventando simbolo della lotta alla criminalitĂ  

Organizzata,
in quanto rimanere in quel luogo dove i ricordi riaffiorano il dolore,
questo è un atto di coraggio che l’associazione ha voluto donare  alla cittĂ .

Il
Presidente Villirillo fa un appello alle Istituzioni, chiedendo di non
sottovalutare le precedenti denunce in quanto l’associazione nel corso
di un mese ha raccolto piĂą di 15 interventi su donne e minori
maltrattati, pertanto si chiede sicurezza nei confronti della famiglia
Parretta, dei volontari e delle vittime che vengono a chiedere aiuto.

La panchina ha un significato molto importante “siediti e denuncia, noi ci siamo” ! 

Il
Presidente dichiara che non intende sottovalutare questo ennesimo
episodio che ancora una volta vuol essere uno sfregio e mancanza di
rispetto a chi ha perso la vita innocentemente.

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *