...


Emergenza Covid 19, Psr: arriva il Decreto Semplificazione

Nuove disposizioni per le misure a investimento del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020. L’Assessore Gallo: “Regione in soccorso delle aziende agricole frenate dal lockdown”

La Redazione

Catanzaro, martedì 04 Agosto 2020.

Sostenere e agevolare le
aziende agroalimentari calabresi impegnate in progetti relativi alle
misure a investimento del PSR, che abbiano subito gravi ritardi a causa
del lockdown e della crisi da Covid 19.
Questo l’obiettivo del Decreto Semplificazione, adottato in riferimento
alle Misure 1, “Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione”;
2, “Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione
delle aziende agricole”; 3, “Regimi di qualità dei prodotti agricoli e
alimentari”; 4, “Investimenti in immobilizzazioni materiali”; 5,
“Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità
naturali e da eventi catastrofici e introduzione di adeguate misure di
prevenzione”; 6, “Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese”; 7,
“Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali”; 8,
“Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento
della redditività delle foreste”; 16, “Cooperazione” e 19, “Leader”, per
i progetti a gestione diretta dei Gal.
“Con il Decreto, pubblicato sul portale istituzionale www.calabriapsr.it
– sottolinea l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo –
d’accordo con il presidente Santelli abbiamo deciso di prorogare le
scadenze degli interventi finanziati con i fondi delle misure
strutturali del Programma di Sviluppo Rurale al 30 giugno 2021,
semplificare le procedure relative alla presentazione delle varianti
progettuali e consentire ai beneficiari del Psr la realizzazione di
lotti funzionali”.
Aggiunge Gallo: “In sostanza, il provvedimento ha lo scopo di facilitare
burocraticamente ed a livello di tempistiche le aziende calabresi
virtuose, poste in forte difficoltà dall’emergenza Covid-19. Con il
Decreto disapplichiamo la normativa comunitaria, che prevede pesanti
sanzioni per il mancato rispetto delle tempistiche stabilite
originariamente, e concediamo agli imprenditori impossibilitati a
completare i propri progetti, per le conseguenze dalla pandemia, di
presentare alla Regione la rendicontazione di lotti funzionali”.
Conclude l’Assessore: «La finalità della Regione è sostenere
concretamente ed il piĂą possibile il comparto agroalimentare in questa
fase di crisi, in quanto siamo certi che, insieme al turismo, sia il
settore che debba fungere da traino per l’economia dell’intera
Calabria”.

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *