Acquistare un’auto usata: i consigli degli esperti

Ci sono, però, alcune regole da seguire per non incorrere in problemi. Se avete scelto il modello è bene informarsi online, per farsi un quadro preciso con i problemi specifici di quel modello, le informazioni, le prove su strada o gli aggiornamenti che fanno la differenza sulla dotazione o sulle caratteristiche tecniche, sia per studiare il trend dei prezzi per alcune settimane sui siti di annunci, scegliere l’esemplare migliore e mettere in concorrenza i venditori.

Scegliere un modello di larga diffusione che non sia identico a mille altri sul mercato può fare la differenza. Perché ha una dotazione più completa, un abbinamento di colori più originale, o ha cerchi in lega più belli. Se chi l’ha ordinata nuova ha scelto un mix di accessori e colori ben studiato, questa auto avrà sempre un’attrazione differente rispetto a sorelle tutte grigie, con i medesimi cerchi e la stessa stoffa per i sedili.

Quando ci focalizziamo su un’auto è importante che tutti i documenti siano presenti e in regola e che la revisione sia stata effettuata. Questi sono i documenti obbligatori, che forniscono comunque una idea dei passaggi di mano dell’auto. Se fanno parte del corredo anche tutti i manuali e le garanzie ben conservati ed è possibile ricostruire la storia dell’auto grazie a fatture e libretti di manutenzione coerenti e senza macchia, è buon segno.

Le migliori vetture

Ci sono diverse vetture che meritano davvero l’attenzione degli utenti. Come, ad esempio, la Toyota Yaris usata. La lunghezza della Yaris è di soli tre metri e novantacinque centimetri, ma lo spazio interno è sfruttato sapientemente così da regalare una buona abitabilità anche a cinque passeggeri. La larghezza di 170 centimetri e l’altezza di 151 centimetri rendono la Toyota Yaris l’auto ideale per la guida cittadina. In generale altezza e lunghezza sono leggermente calate rispetto alla generazione uscente, ma grazie alla nuova piattaforma TNGA-B e a una larghezza maggiore rispetto al passato, dentro si viaggia più comodi sia davanti, sia dietro.

Per quanto riguarda gli interni, ciò che si apprezza appena si sale a bordo della nuova Toyota Yaris è la qualità generale, frutto di una più attenta ricerca nella selezione dei materiali e nella cura degli assemblaggi. La plancia ha un aspetto più “solido” che in passato ed è ora dominata dalla presenza dello schermo da 8 pollici del sistema di infotainment. Le soluzioni digitali continuano nel quadro strumenti, che abbandona i quadranti analogici in favore di tre piccoli schermi dalla grafica personalizzabile e attraverso i quali è possibile tenere sotto controllo tutte le principali funzioni dell’auto. Non manca nemmeno l’head-up display, proposto come optional. Il bagagliaio, in fine, ha una capacità di 286 litri. Non tanti in assoluto, ma comunque un buon risultato considerando le dimensioni della vettura.