...


Unical, studentessa tedesca si laurea in Scienze Pedagogiche nell’ambito dell’accordo di collaborazione accademica italo-tedesca

Il percorso formativo di “doppia laurea” è stato istituito nell’anno 2013 e il titolo conseguito è riconosciuto in entrambi i Paesi

La Redazione

Rende, lunedì 26 Ottobre 2020.

L’Università della
Calabria è sempre più attrattiva anche per gli studenti europei. Infatti, nelle
ultime sedute di laurea del Corso di Studio Magistrale in Scienze Pedagogiche,
coordinato dal Prof. Mario Caligiuri, del Dipartimento di Culture, Educazione e
Società, diretto dal Prof. Roberto Guarasci, una studentessa tedesca, Lisa
Feder, ha conseguito la specializzazione in Pedagogia con il massimo dei voti.
La neodottoressa Feder è la tredicesima laureata della doppia laurea
italo-tedesca che l’Unical ha attivato con il Corso di laurea Interkulturalität
und Integration
della Pädagogische Hochschule (University of Education) di
Schwäbisch Gmünd. Questo progetto di studio e ricerca, fortemente voluto dalla
Professoressa Rosaria Rossella Pugliese, titolare della Cattedra di Lingua e
Traduzione tedesca e Direttrice del Laboratorio di Ricerca Eurolab, offre agli
studenti la possibilità di studiare in due Paesi diversi e di contribuire
attivamente a determinare processi di integrazione in Germania e in Italia.

Il percorso
formativo di “doppia laurea” è stato istituito nell’anno 2013 e il titolo
conseguito è riconosciuto in entrambi i Paesi. L’accesso è riservato a studenti
che hanno conseguito risultati eccellenti nel corso degli studi e che
possiedono conoscenze di base della lingua (il tedesco per gli studenti
italiani e l’italiano per gli studenti tedeschi) che possono essere
ulteriormente perfezionate durante il periodo di permanenza presso l’Ateneo
partner.

“L’erogazione di questo percorso formativo della doppia laurea da parte
dalle due istituzioni rappresenta sicuramente un importante contributo allo
sviluppo delle offerte formative innovative universitarie nell’area dell’Unione
Europea”, sostiene il Prof. Dr. Stefan Immerfall dell’Università di Schwäbisch
Gmünd e precisa: “Particolarmente importante è concepire l’eterogeneità come
risorsa e fissare degli standard nella gestione dell’eterogeneità culturale e
del plurilinguismo.” Il professore è particolarmente soddisfatto del fatto che
le competenze acquisite da parte della neolaureata siano così richieste e che
Lisa Feder si sia già inserita nel mondo del lavoro.

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *