La Questura di Crotone invita a non diffondere il video del pestaggio del minore

Ciò sia per evitare possibili reati che potrebbero essere commessi ma soprattutto per scongiurare, date le scene, che condivisioni o diffusioni possano generare ulteriori situazioni negative, anche dal punto di vista psicologico.

È nostro volere e compito, anche con gli Uffici Specialistici della Questura e d’intesa con l’A.G., essere accanto alle vittime – in senso lato – di questi dolorosi fatti.