Crotone: Dichiarazione delle Consigliere di Pari opportunità, Ventura e Molè, su attività commissione

Si è svolta oggi la prima riunione operativa della commissione Pari Opportunità del Comune di Crotone, dopo l’insediamento dell’ufficio di presidenza.

La Commissione PO si deve caratterizzare per uno stile diverso dal Consiglio comunale. Per natura questo organismo deve vivere contesti differenti, dove più che le diversità degli schieramenti prevalga la collaborazione tra tutti per raggiungere gli obiettivi istituzionali.

Non si può pensare che la Commissione replichi le dinamiche, soprattutto quelle di scontro, presenti in Consiglio comunale e nelle commissioni.

In questi mesi, abbiamo assistito, con stupore ed in modo inusuale a scontri all’interno della stessa maggioranza, scontri che non devono replicarsi, o addirittura essere importati in una Commissione come quella delle Pari Opportunità, in cui, invece, deve regnare un clima di collaborazione che ci consenta di lavorare in piena sinergia per apportare il giusto contributo alla nostra comunità.

Clima di collaborazione e sinergia che dobbiamo costruire anche tra la Commissione e la Giunta che dovrà sostenere e supportare le nostre iniziative.

Questi concetti espressi da parte nostra nella seduta di oggi hanno trovato larga convergenza.

E questo è un ottimo segnale in vista degli importanti appuntamenti che questa Commissione dovrà affrontare.

E tra gli appuntamenti da mettere nel programma della Commissione, il più rilevante non può che essere il “Premio Theano”.

Un premio che è stato realizzato e istituzionalizzato nella passata legislatura, grazie al lavoro della Commissione PO guidata dalla professoressa Maria Ruggiero.

Il Premio Theano è diventato un appuntamento importante, non solo perchè intitolato ad una grande donna, la moglie di Pitagora, ma soprattutto perché simbolo antico, ma attualissimo, dell’emancipazione della donna stessa.

La Commissione, oggi, non può semplicemente riproporre il premio Theano, ma deve farlo crescere.

Ed è per questo che, come consigliere di Pari Opportunità della coalizione “Crotone città di Tutti”, abbiamo proposto non solo di coinvolgere la Regione Calabria, ma anche la Presidenza della Repubblica per chiederne il riconoscimento ufficiale (Alto Patronato).  

Chiaramente, l’attività della Commissione PO non può ritenersi conclusa soltanto con il “Premio Theano”, per questo ho rilanciato, ad esempio, la proposta della realizzazione in città di “bebè point”, cioè la creazione, all’interno di esercizi commerciali e di luoghi istituzionali, come il Palazzo comunale, di ambienti protetti, in cui le mamme si sentano a proprio agio per allattare il loro bambino e provvedere al cambio del pannolino. Uno spazio che rappresenta un tassello di qualità perché consente alle madri di avere un sostegno ed un luogo ben attrezzato e adatto a riservare attenzione e cura nei confronti del Bambino, anche quando sono impegnate nelle proprie molteplici attività quotidiane.

Abbiamo la sensazione che la Commissione abbia intrapreso la giusta strada, ora, un passo alla volta, dobbiamo procedere, tutti insieme, nella stessa direzione.