Calcio, Serie A: Crotone vs Genoa 0-3

CROTONE: Cordaz; Magallan (24’st Djidji), Marrone, Golemic; Pedro Pereira (1’st Rispoli), Messias, Zanellato (24’st Eduardo), Benali, Reca; Di Carmine (11’st Riviere), Simy. A disp: Festa (GK), Crespi (GK), Luperto, D’Aprile, Petriccione, Rojas, Dragus , Vulic. All. Stroppa

GENOA: Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito; Zappacosta (26’st Ghiglione), Strootman (29’st Behrami), Badelj, Zajc (16’st Melegari), Czyborra; Destro (26’st Pandev), Shomurodov (16’st Pjaca). A disp: Marchetti (GK), Zima (GK), Goldaniga, Portanova, Pellegrini, Rovella, Onguene. All. Ballardini
Arbitro: Giacomelli di Trieste
Reti: 24’pt e 5’st Destro (G), 29’pt Czyborra (G)
Ammoniti: Strootman (G), Messias (C), Eduardo (C), Reca (C)

Il Crotone cade in casa col Genoa e resta in ultima posizione a 12 punti. Stroppa manda in campo dal primo minuto l’ultimo arrivato Di Carmine,  Ballardini conferma Destro e Shomurodov in avanti.
Il primo tiro del match è di marca pitagorica con Messias (6’), direttamente su punizione con Perin che para. La risposta ospite arriva al 10’ col destro di Zajc controllato da Cordaz. La gara scorre via in equilibrio ma al 24’ è Destro a sbloccarla approfittando di una corta respinta della difesa di casa e superando Cordaz con un destro preciso. L’azione però è viziata da un probabile controllo di braccio di Shomurodov. Al 28’ proteste dei padroni di casa per un fallo di Masiello ma l’arbitro lascia proseguire. Sul capovolgimento di fronte i liguri raddoppiano con un euro gol di Czyborra che con un sinistro al volo batte l’incolpevole Cordaz. Al 33’ Messias rimedia un giallo e in quanto diffidato salterà la prossima gara col Milan.
Nella ripresa Stroppa manda subito in campo Rispoli per l’acciaccato Pedro ma sono gli ospiti a trovare la terza marcatura ancora con Destro, bravo a raccogliere un invito dalla destra e ad appoggiare alle spalle di Cordaz. Poco dopo i liguri sfiorano anche la quarta rete ma questa volta la difesa di casa si salva in corner.
Gli squali provano a rientrare in gara ma a parte il palo colpito da Benali nel finale , non accade più nulla.