...


Macrì e Barretta Copagri, accettano e rilanciano sull’Ara Calabria

Nel prossimo Autunno gli allevatori calabresi saranno chiamati a rinnovare gli organi dell’Associazione Regionale Allevatori della Calabria (A.R.A)

La Redazione

Catanzaro, lunedì 12 Luglio 2021.

Oggi più che mai la partita per l’Ara Calabria si deciderà sulla capacita di saper affrontare ed interpretare le   prossime sfide della zootecnia calabrese, investendo in ricerca, nuove tecnologie ed innovazione  per contribuire a dare soluzioni concrete ai soci e  saper fornire risposte efficaci ed efficienti alle nuove esigenze a cui è chiamato il settore. Noi come Copagri faremo rete e squadra solo con chi condivide queste scelte e con chi lavora per una zootecnia responsabile e sostenibile. Benessere animale, sicurezza e salubrità alimentare sono e saranno le nostre parole chiave, unitamente a forme nuove ed innovative di valorizzazione e di promozione dei prodotti latte e carne. Le OP saranno chiamate a svolgere un ruolo centrale, portante ed importante nel riorganizzare il sistema allevatoriale e nella realizzazione di un piano regionale zootecnico strategico ed innovativo che mette al centro allevatore, animale e consumatore, ma soprattutto nella nuova PAC in vista dell’OCM Zootecnia. Non è più tempo  di polemiche e di conflitti sterili, che in questi anni hanno indebolito ed arrecato danni a tutto il sistema allevatoriale. Oggi è necessaria una nuova governance per costruire un percorso condiviso e lungimirante  in grado di  cogliere la sfida del Green Deal ed  affrontare la transizione verde per costruire la zootecnia futura. Dialogheremo solo con chi metterà al centro le questioni del mondo allevatoriale per fare grande un’Associazione Regionale Allevatori in grado di cogliere le sfide future, abbiamo bisogno di Allevatori Responsabili, per una zootecnia sostenibile.   Accettiamo la sfida lanciata da Coldiretti e chiediamo un tavolo di discussione che parti dall’ARA e attraversa l’intero settore zootecnico. Vogliamo liste aperte a tutti i produttori zootecnici che cercano il cambiamento senza sigle o bandiere di qualsiasi colore. Non siamo interessati a poltrone, o a mantenimento di posizioni di rendita. Dobbiamo lavorare per garantire un reddito certo agli allevatori ed essere protagonisti attivi lungo la filiera.  In questi mesi avremo modo attraverso incontri territoriali di discutere e di confrontarci con i nostri soci sul nuovo modello di zootecnia Calabrese partendo appunto dai veri protagonisti: gli allevatori.

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *