...


Crotone, nascondeva borsa con droga a casa della madre: arrestato e denunciata anche lei

Controlli della squadra volante della Polizia di Crotone

Comunicato della Questura

Crotone, mercoledì 22 Settembre 2021.

Nella mattinata di ieri, nell’ambito degli ordinari servizi di controllo del territorio personale dell’U.P.G.S.P.- Squadra Volanti traeva un crotonese 53enne, soggetto con numerosi precedenti penali per reati in materia di stupefacenti, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ex art. 73 co.1 D.P.R. 309/1990.

Intorno alle ore 8.00 odierne gli operatori della Polizia di Stato, nel corso del normale servizio di controllo del territorio, procedeva al controllo d’iniziativa di un’abitazione sita in zona centro storico.

All’interno dell’abitazione gli agenti prendevano contatti con la proprietaria madre, che subito consegnava ai poliziotti una borsa nera, con all’interno dello stupefacente del tipo marijuana e Hashish e diverse buste in cellophane usate come materiale di confezionamento.

La stessa dichiarava che la borsa era stata portata e stipata in casa sua dal figlio qualche giorno addietro.

Poco dopo giungeva sul posto proprio il figlio che si assumeva la paternità dello stupefacente dichiarando di averlo conservato presso l’abitazione della madre al fine di evitare i controlli della Polizia.

All’esito dell’esame sulle sostanze rinvenute, condotto dal Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica emergeva che all’interno della borsa vi erano stipati:

– un involucro di cellophane bianco trasparente contenente sostanza stupefacente di tipo Marijuana del peso lordo di gr. 209.64;

– due panetti di sostanza stupefacente di tipo Hashish del peso lordo complessivo di gr. 177.62.

Inoltre, all’interno della borsa vi erano tre buste di cellophane e un rotolo di carta di alluminio.

Dopo aver notiziato l’A.G. il soggetto veniva tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ex art. 73 co.1 D.P.R. 309/1990 e sottoposto agli arresti domiciliari, mentre la madre, veniva deferita in stato di libertà in concorso con il figlio per il medesimo reato.

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *