...


Crucoli, Librandi convoca la prima seduta del nuovo Consiglio Comunale

Tra i punti all’ordine del giorno la ratifica della nuova Giunta Comunale

Nunzio Esposito

CRUCOLI, venerdì 15 Ottobre 2021.
Il Sindaco di Crucoli, arch. Cataldo Librandi

Il neo Sindaco, Cataldo Librandi, ha convocato per le ore 10,00 di sabato 16 ottobre, la prima seduta pubblica del Consiglio Comunale eletto alle recenti consultazioni amministrative del 3 e 4 ottobre scorsi.

Questi i punti all’ordine del giorno:

1) Esame delle condizioni di candidabilità, eleggibilità e di compatibilità del Sindaco eletto direttamente e dei Consiglieri Comunali;

2) Giuramento del Sindaco;

3) Nomina Presidente e Vice-Presidente del Consiglio Comunale;

4) Presa d’atto della nomina della Giunta Comunale;

5) Nomina della Commissione Elettorale Comunale;

6) Nomina dei componenti la Commissione Comunale per la formazione degli elenchi dei Giudici popolari.

Quello della composizione della Giunta è ovviamente l’argomento più atteso da parte della cittadinanza, ma sul quale finora nulla è trapelato sulle intenzioni del primo cittadino, il quale, in campagna elettorale aveva pubblicamente data per certa la sola indicazione del vice sindaco 8in caso di elezione, ovviamente), nella persona di Giuseppe Liotti, eletto con 60 voti e in forza alla componente di Crucoli capoluogo.

La nomina dell’esecutivo è sicuramente un passo necessario ed urgente per il concreto avvio della macchina politico-amministrativa del nostro Comune, rimasto affidato alla gestione commissariale negli ultimi tre anni e dopo una campagna elettorale che tra rinvii per covid e date da stabilire è durata quasi 12 mesi.

Nel frattempo il Sindaco Librandi si sta muovendo a passo spedito nei meandri della burocrazia e delle emergenze comunali alle quali intende dare risposte in tempi brevissimi: primi fra tutti, come ci ha confermato in questi giorni, la riattivazione dello scuolabus e della mensa scolastica.

Alla seduta di domani, ovviamente, varranno le vigenti restrizioni anti-covid, sia per numero di presenti tra il pubblico (si parla di una decina al massimo di persone), sia per l’uso obbligatorio della mascherina e quindi del necessario green pass.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *