...


Torretta, riapre rimesso a nuovo il Palazzetto “Dodò Gabriele”

Dopo alcuni anni riapre in una veste totalmente nuova la tensostruttura “Dodò Gabriele” sita nella zona nord dell’abitato di Torretta.

Nunzio Esposito

CRUCOLI, sabato 20 Novembre 2021.
L’interno della struttura inaugurata nei giorni scorsi

Dopo alcuni anni di (quasi) inutilizzo, riapre in una veste totalmente nuova la tensostruttura “Dodò Gabriele” sita lungo la statale 106, nel tratto a nord dell’abitato di Torretta.

La presentazione al pubblico è avvenuta nei giorni scorsi, alla presenza del Sindaco di Crucoli, Cataldo Librandi e di tutta la sua amministrazione comunale, tra cui il vice sindaco Giuseppe Liotti ed il Consigliere con delega allo sport, Salvatore Turco, delle locali rappresentanze militari di Carabinieri e Polizia Municipale, del parroco Don Franco Lonetti e dei genitori del piccolo Dodò, Francesca e Giovanni Gabriele, al quale la struttura è stata fin da subito dedicata, in memoria della sua tragica morte, avvenuta a soli 11 anni nel 2009 mentre giocava una partita di calcetto in contrada Margherita a Crotone, per mano di sicari giunti sul posto per un regolamento di conti tra cosche.  

A ridare nuova vita al palazzetto, l’Associazione Sportiva Dilettantistica GFashion, che nell’estate scorsa si è aggiudicata la gara d’appalto voluta dalla Commissione Straordinaria che fino alle scorse elezioni ha amministrato per tre anni il nostro Comune.

A proposito di questa rinnovata veste, ne abbiamo parlato con Angelo Grasso, responsabile unico della ADS AGFashion: “Appena saputo del bando, abbiamo partecipato – ci ha detto – avendo i requisiti di almeno 5 anni di vita come associazione e presentando una proposta progettuale che, sia nel canone annuo, il cui minimo era stabilito in 2.400 euro, e sia nella totalità dei lavori da eseguire, ha ottenuto un punteggio maggiore rispetto all’altra unica partecipante.”

Ottenuta quindi la consegna, a metà agosto, Grasso e gli altri due suoi amici coinvolti in questa iniziativa, Andrea Aniello e Tonino Punelli, si sono subito messi al lavoro per eseguire i lavori necessari: “In effetti abbiamo immediatamente rifatto la pavimentazione in erba sintetica di ultima generazione e con una base di sabbia di qualità, sostituendo il vecchio e malridotto fondo in pvc, un campetto di beach volley, il secondo, nella nostra regione, totalmente al coperto, dopo quello di Reggio Calabria, per cui sono stati ricavati nella struttura un campetto polivalente di tennis e calcio a 5 e 6, largo 22 metri e lungo 34 metri, ed uno di beach volley, di circa 22 metri per 10. Abbiamo inoltre rimesso a nuovo gli spogliatoi, rifacendo totalmente l’impianto idraulico, i servici igienici, la pitturazione, il locale caldaia, e soprattutto è stata completamente cambiato l’impianto di illuminazione dell’intera struttura trasformandolo da luci alogene a luci led. Importantissima è stata la riparazione del tendone che copre la struttura che aveva degli squarci importanti dai quali entrava l’acqua piovana.”  

Due mesi e mezzo, circa, di lavori e, come dicevamo, domenica scorsa il nuovo palazzetto “Dodò Gabriele” è stato aperto alla cittadinanza, con tanto di benedizione da parte del parroco, il saluto del primo cittadino e, non meno importante, l’intervento dei genitori della piccola vittima innocente di mafia che anche in questo nuovo progetto sportivo vedranno costantemente ricordato il proprio bambino.

La struttura è stata affidata alla GFashion per cinque anni, eventualmente rinnovabili, con un canone annuo di 3.600 euro che, come da contratto, verrà decurtato fino al totale rimborso delle spese fin qui sostenute  

“E’ importante precisare – conclude Grasso che questa struttura dovrà funzionare 12 mesi all’anno, sia perché è totalmente coperta, sia perché d’estate potrà essere aperta da tutti i quattro lati, organizzeremo dei campus estivi, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, come pure sarà a disposizione di tutte le associazioni del territorio, nella misura in cui il palazzetto sarà libero da impegni con utenti che ci aspettiamo vengano anche da fuori.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *