Sequestrati dalla Guardia Costiera 17 esemplari di pesce spada allo stadio giovanile, multa di 700 euro

Nella giornata odierna, personale militare in forza al dipendente Ufficio Circondariale Marittimo di Soverato, nel corso di una operazione mirata sulla filiera della pesca, ha proceduto al sequestro di 17 esemplari di pesce spada allo stadio giovanile, per complessivi 50 Kg circa, illecitamente detenuti e diretti ai mercati calabresi. In particolare, il prodotto oggetto di accertamento, stato scoperto da parte dei militari della Guardia Costiera all’interno di un mezzo privato e non idoneo al trasporto di prodotto ittico sottoposto a controllo nei pressi del “Lido Lazzarella” del comune di Soverato. Gli esemplari di pesce spada, risultavano tutti abbondantemente sotto la prevista misura per la corretta commercializzazione (il più lungo dei pesce spada misurava appena 120 cm) e per tale motivi venivano occultati all’interno del predetto mezzo. Al proprietario dell’autoveicolo, di conseguenza, è stata comminata la prevista sanzione amministrativa (per un importo di circa 700 euro) oltre che al sequestro del prodotto ittico vietato. L’operazione di polizia è stata condotta nell’ambito di un’intensa attività d’indagine della Guardia Costiera nell’ambito del Compartimento Marittimo, finalizzata alla verifica del rispetto della normativa in materia di cattura, produzione, trasporto e commercializzazione dei prodotti della pesca lungo tutta la filiera ittica. Il prodotto sequestrato, dopo essere stato dichiarato edibile dai veterinari dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro,   stato devoluto in beneficenza ad un Ente Caritatevole della zona. I controlli suplla filiera ittica proseguiranno sia in mare che a terra, a salvaguardia dell’ambiente e della salute del consumatore.