Inaugurata la nuova TAC della Casa di Cura “Santa Rita” di Cirò Marina

Struttura sanitaria privata, fondata circa sessanta anni fa dal Dottor Salvatore Caparra, apprezzato chirurgo, innamorato della sua terra e della sua professione,  accreditata dal Sistema Sanitario Regionale,  la Casa di Cura Privata S.Rita di Cirò Marina, oggi, come si legge nella nota diffusa,  finalmente  con una cerimonia sobria, alla presenza di molti medici e professionisti del settore sanitario, personale sanitario, del Presidente della Provincia e Sindaco della città, Sergio Ferrari e di altre autorità cittadine, dopo la benedizione effettuata da padre Peppe Pane, è stata inaugurata la nuova TAC della Casa di Cura Privata S. Rita. Si tratta della  REVOLUTION EVO – ASIR della General Electric, un apparecchio di ultimissima generazione che permette di ridurre le radiazioni ionizzanti dirette al paziente fino all’82% nell’imaging di routine. La TAC  che sarà disponibile presso la Clinica  S.Rita,  è capace di elaborare immagini ad alta definizione con un’elevata velocità di esecuzione, che unitamente alla bassa percentuale di radiazioni assorbite dal paziente, ne fanno i punti di forza. Novità quindi, che presenta caratteristiche innovative ed estremamente vantaggiose per i pazienti. Si tratta quindi   di una Tac intelligente e, ripetiamo, soprattutto per una sensibile riduzione della dose di radiazioni erogata a chi si sottopone all’esame, unitamente ad un’elevata qualità diagnostica e ad una maggior velocità di esecuzione, ne fa di queste caratteristiche principali, i veri punti di forza. Tutto ciò perché, , il futuro della medicina sta prendendo sempre più forma, con lo sviluppo della digitalizzazione, la nanotecnologia e la robotica Rimanere  quindi al passo con i progressi tecnologici è necessario per far sì che sia l’essere umano a controllare la tecnologia, e non il contrario.  L’alleanza uomo-macchina sarà quindi  fondamentale non solo per accogliere al meglio i futuri cambiamenti del sistema sanitario, ma anche per permettere all’essere umano di rimanere a galla in un mondo sempre più digitale.

Un evento che “ Senza nessuna retorica, come si legge nel comunicato diffuso,  si è trattato di un evento di straordinaria importanza, atteso dall’intero territorio cirotano, che come noto,  include ben 11 Comuni dell’Area Vasta. La nuova macchina, dalle straordinarie performance e capacità tecnologiche, consente una Imaging, anche tridimensionale, ad elevata risoluzione e bassa dose erogata al paziente e questo per venire incontro alle numerose esigenze degli utilizzatori nella quotidianità dell’utilizzo clinico.

Con la nuova TAC della Casa di Cura S. Rita è possibile acquisire 64 stratiad ogni rotazione di 360o. L’aumento del numero degli strati e un numero maggiore di dati permettono di incrementare notevolmente la qualità diagnostica delle stesse  immagini.” Con questo nuovo gioiello della tecnologia medica è oggi possibile effettuare acquisizioni veloci, di elevata qualità e con un’ottimizzazione della dose per pazienti di ogni età, dimensione e per ampio spettro di procedure: cardio, angio, neuro, torace, addome, muscolo-scheletriche.

Da oggi, dunque, i cittadini del nostro territorio hanno a disposizione e soprattutto, vicino casa, una macchina di altissima tecnologia in grado di rispondere a tutte le diverse esigenze legate alla Tomografia Assiale Computerizzata”. Potrà finire così il costante flusso migratorio di molti pazienti che avranno in loco un servizio sanitario per le  prestazioni connesse alla nuova TAC in regime di convenzionamento con il Servizio Sanitario Regionale. Ma le novità proposte, si legge ancora nel comunicato   dalla Casa di Cura S. Rita di Cirò Marina,  “non si fermano solo alla nuova TAC inaugurata oggi,  ma riguardano anche l’acquisto del nuovo Ecografo di alta fascia per l’imaging generale LOGIQ* S8 XDclear 2.0+della General Electric Company e l’acquisizione di un elettromedicale per l’osteoporosi e per gli esami di Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC).

Tra l’altro, continua la nota,  sempre nell’ottica di un rafforzamento, rinnovamento e rilancio dei servizi sanitari offerti all’utenza ed alla popolazione del territorio, la Casa di Cura S. Rita ha anche recentemente nominato il nuovo Direttore Sanitario, nella persona del Dott. Nicola Cosentino, Cardiologo, il nuovo responsabile del Reparto di Lungodegenza, il Dott. Domenico Federico, Medico Internista e Pneumologo, ed il nuovo Responsabile del servizio di Radiologia ed Ecografia,il Dott. Hesham Almolla. Un impegno sanitario ma anche economico, sociale  e professionale, che la proprietà ha voluto, perché sempre più convinta che le nuove tecnologie potranno dare risposte più efficienti  ai cittadini, ai pazienti, offrire un servizio più professionale e adeguato. Il brindisi augurale ha concluso l’inaugurazione.