Crotone, lidi balneari: si parte regolarmente dal 1 giugno

La Giunta, facendo proprie le istanze degli operatori titolari degli stabilimenti balneari, rassicura gli imprenditori: potranno iniziare regolarmente la loro stagione estiva alla data programmata del 1 giugno

L’Amministrazione Comunale, venendo incontro alle ragioni esposte dal SIB (sindacato dei balneari) che rappresenta la categoria, sin dal 5 aprile, con delibera di Giunta, si è attivata per dare indirizzo agli Uffici preposti affinché venisse disposta proroga formale delle concessioni in essere.

Un ulteriore elemento di vicinanza della Giunta che, per effetto della sentenza del Consiglio di Stato e della norma d’indirizzo emanata dal Governo, poteva anche non essere adottato in quanto, secondo interpretazione prevalente, la proroga al 31.12.2023 (salvo ulteriori atti legislativi) era, e doveva essere considerata, automatica.

La Giunta si è pronunciata, in ogni caso, per garantire gli imprenditori balneari da possibili equivoci o interpretazioni diverse in sede applicativa e/o di controllo amministrativo.

Ciò posto, gli uffici hanno, in tempi ritenuti compatibili allo scopo, emanato le determine necessarie e così hanno invitato le imprese a procedere alle relative domande onde ottenere le concessioni prorogate.

Non c’è stato nessun ritardo dunque ma solo ordinaria attività di gestione da parte degli uffici anche perché, in forza dell’applicazione dell’art. 103 del DL 18/2020 è stabilito come “… concessioni … in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e la data della dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, conservano la loro validità per i novanta giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza”.

In pratica e in coerenza con il dettato legislativo, gli imprenditori balneari, titolari di concessioni balneari solo formalmente scadute nell’anno 2021, sono sino al 29 giugno 2022 autorizzati all’esercizio della loro attività e ciò solo previa dichiarazione SCIA di inizio attività da inoltrare nelle forme ordinarie al SUAP.

Consegue che se gli uffici tecnici demaniali del Comune, alla data del 31.05.2022, non abbiano completate le procedure di verifica necessarie al rilascio della concessione in proroga sino al 31.12.2023, è sufficiente la mera comunicazione al SUAP per l’avvio dell’attività balneare, successivamente e ottenuta la relativa ulteriore concessione in proroga, l’imprenditore potrà integrare, con nuova SCIA, la propria volontà all’attività commerciale così che la stagione si protragga sino alla conclusione del termine indicato nella sua istanza.

Si è reso necessario l’iter procedurale adottato per garantire i controlli oggettivi e soggettivi per il rilascio della concessione.

Nessun disagio, dunque, per i nostri concittadini che potranno usufruire regolarmente dei servizi offerti nei Lidi Balneari e ciò secondo i consueti ed apprezzati livelli di competenza ed esperienza.

A renderlo noto l’assessore alle Attività Produttive, Natale Filiberto.