Elezioni comunali 2022, Cirò: primi comizi delle due coalizioni

E’ partita la macchina elettorale nel paese collinare, domenica si sono svolti i primi comizi elettorali dei due schieramenti che vedono i due candidati a sindaco Francesco Paletta (sindaco uscente) e Mario Sculco (ex presidente del consiglio) contendersi la poltrona a sindaco. I due capo lista  hanno presentati i loro programmi e i loro candidati. “Un piccolo paese come il nostro  si amministra col cuore”- ha detto il candidato Francesco Paletta della lista Attivamente Cirò, abbiamo messo in cantiere oltre venti milioni di euro, grazie a progetti  a cui noi abbiamo lavorato  negli anni precedenti rappresenta una linea guida per i prossimi  cinque anni: gli uomini passano ma i progetti rimangono. ”Con i progetti milionari che abbiamo messi in cantiere, ha detto la vicesindaco Giovanna Stasi rappresentano la futura evoluzione che tutti stanno aspettando, dalla cultura all’agricoltura ai personaggi come Luigi Lilio e San Nicodemo”. La mia candidatura- ha detto l’assessore Cataldo Scarola- è una missione per dare lustro all’antico borgo”. Nello spirito del rispetto della competizione, evitando confronti non costruttivi, vorrei solo ascoltare l’opinione della gente, ascoltare i consigli di tutto il popolo cirotano– ha detto nel suo intervento il candidato a sindaco dell’altra lista Progetto Cirò Mario Sculco. Sarò grato a chi sceglierà liberamente di votarmi, e se il mio gruppo sarà eletto- ha proseguito Sculco-  come primo atto faremo un protocollo di legalità per contrastare ogni illecito che potrebbe condizionare la vita dell’ente. Sono tanti i progetti che abbiamo messo in cantiere, ma daremo priorità a quelli importanti per i cittadini e per il paese, dobbiamo dare fiducia a tutta la gente, e con due calibri di personalità cirotane come Luigi Lilio e San Nicodemo di Cirò – ha concluso Sculco- la cultura   sarà proiettata in tutto il mondo.