Finanziamenti per palestre edifici scolastici in Provincia di Crotone

Sono quattro i progetti che hanno passato l’esame del Ministero per la Pubblica Istruzione collocandosi tra i primi posti in graduatoria per la Regione Calabria.

L’amministrazione provinciale ha ottenuto oltre un milione di euro per interventi che riguardano le palestre del Liceo Classico “Pitagora” di Crotone e dell’Istituto “Pertini-Santoni” di Crotone, e gli spazi esterni del Liceo Scientifico “Satriani” di Petilia Policastro e del Liceo Scientifico “Filolao” di Crotone.

In particolare, i finanziamenti rientrano nel quadro degli interventi di riqualificazione degli edifici scolastici finanziati (azione 10.7.1 del Programma) e rispondere all’Obiettivo specifico 10.7 – “Aumento della propensione dei giovani a permanere nei contesti formativi, attraverso il miglioramento della sicurezza e della fruibilità degli ambienti scolastici” del PON Per la Scuola.

L’obiettivo è quello di rendere le palestre non solo più sicure, ma anche più attrattive e funzionali ai processi di apprendimento, per incrementare la propensione dei giovani a permanere nei contesti formativi, ridurre il fenomeno dell’abbandono scolastico, e consentire una più ampia accessibilità agli ambienti e di favorire il tempo pieno.

“Sicurezza, servizi adeguati – ha spiegato Ferrari – stiamo lavorando per rendere gli edifici scolastici luoghi dignitosi. Un lavoro non semplice, e che deve fare i conti con anni di ritardi e con situazioni strutturali in alcuni casi fortemente deficitarie, ma è nostro dovere e responsabilità mettere in campo tutte le azioni necessarie per recuperare questo gap. I finanziamenti per le palestre si aggiungono a quelli ottenuti poche settimane fa per tredici progetti per l’efficientamento energetico e messa in sicurezza che riguarderanno altrettanti edifici scolastici nel nostro territorio. Risultati questi che sono frutto del lavoro fatto in condivisione con l’intera amministrazione provinciale, con il consigliere con delega all’Edilizia scolastica Fernando Militerno, con il dirigente del settore e con gli uffici tecnici dell’Ente. L’ho detto e lo ribadisco anche in questa occasione: Non ci fermiamo, andiamo avanti!”