Suarez e il caso dell’esame di italiano: ecco cosa era successo a Perugia

Calciomercato Juve, Suarez torna di moda: ecco cosa era successo a Perugia L’interesse della Juve per Luis Suarez nel calciomercato estivo fa tornare alla mente il caso dell’esame di italiano sostenuto dall’uruguaiano nel 2020.Il club bianconero voleva tesserare l’attaccante, ma aveva già occupato tutti i posti da extracomunitario, così aveva provato a fargli sostenere l’esame per l’ottenimento della cittadinanza italiana presso l’Università per stranieri di Perugia. Una prova che si rivelò una farsa e che ha visto l’apertura di un’inchiesta da parte della Procura per “falso ideologico e materiale e rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio”. Nel registro degli indagati, Giuliana Grego Bolli, già rettrice dell’Università per stranieri, il direttore generale Simone Olivieri, la professoressa Stefani Spina e l’avvocato Maria Cesarina Turco, uno dei legali dello studio che segue la Juve. Nell’inchiesta era coinvolto anche il professor Lorenzo Rocca, che aveva esaminato Suarez eche ha patteggiato una condanna a un anno. Sospese, invece, le posizioni dell’allora dirigente bianconero Fabio Paratici, e dell’avvocato Luigi Chiappero, a cui venivano contestate false dichiarazioni ai pm
continua a leggere su La Gazzetta dello Sport>>