Realizzati lavori non autorizzati su una superficie di circa 6 ettari tra Petilia Policastro e Roccabernarda, controlli dei Carabinieri Forestali

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Santa Severina unitamente ai militari della Stazione Carabinieri Parco di Cotronei hanno accertato l’abusiva trasformazione di una vasta area boscata e pascoliva in terreno da adibire a colture agricole.  

Nello specifico sono stati accertati lavori abusivi in località “Serrarossa” tra i comuni di Petilia Policastro e Roccabernarda, su terreni in parte di proprietà privata ed in parte di proprietà dell’Arsac (Ente Regionale) consistenti nella trasformazione di un bosco fluviale con conseguente taglio piante e asportazione delle ceppaie, l’impianto di un agrumeto e la realizzazione di un lago artificiale per la raccolta delle acque. 

Le attività hanno interessato una superficie di circa 6 ettari di terreni boscati e pascoli sottoposti a vincolo paesaggistico, idrogeologico e ricadenti all’interno della zona di protezione speciale denominata “Marchesato e fiume Neto”, causando la modifica permanente dello stato dei luoghi con la trasformazione del bosco in altra qualità di coltura.

Sono state contestate violazioni in materia edilizia, al Codice dei beni culturali e del paesaggio, distruzione, deterioramento di habitat e bellezze naturali.