Cirò Marina, studenti dell’Istituto tecnico Commerciale Lucifero di Crotone si ritrovano a 50 anni dalla maturità

Festa per gli studenti della V^ B dell’Istituto tecnico Commerciale Lucifero di Crotone per il 50esimo anniversario della loro maturità conseguita nel 1972, decidendo di ritrovarsi tutti insieme lo scorso 27 luglio. Anche quest’anno, come ormai succede da diversi anni, gli studenti hanno voluto farsi la rimpatriata per festeggiare i 50 anni del diploma di ragioneria. Una meta molto sentita e molto voluta dalla maggioranza che per due anni, causa covid, erano stati costretti ad interromperla pe forza maggiore. L’avvenimento di quest’anno era molto importante per poterlo saltare, perché raggiungere una simile meta non è molto facile. I ragazzi della 5^ B si sono ritrovati in tredici dandosi appuntamento sotto il cavalcavia di Cirò Marina, per poi raggiungere il Casale degli Ulivi, dove c’era una prelibata cena ad attenderli con tanto di torta.  Le cameriere ed il titolare del Casale si sono gentilmente adoperati per la riuscita dell’evento, prestandosi anche a compiere  le mansioni di fotografi e video operatori. Per l’occasioni si sono presentati, prettamente in ordine alfabetico, i Ragionieri; Caccavaro Gerardo di Crotone, Cosimo Rosario di Belvedere Spinello, Crivaro Salvatore di Cutro, Ferraro Antonio di Cirò Marina, Fiorenza Giuseppe di Crotone, Gallella Antonio di Cirò Marina, Giardino Francesco di Cirò Superiore, Girimonti Antonio di Verzino, Levato Giuseppe di Crotone, Leto Giuseppe di Cirò Marina, Liotti Giuseppe di Cirò Marina, Morrone Giovanni di Cirò Marina e Sulla Luigi Sabato di San Nicola dell’Alto. Nono sono potuti venire, chi per una ragione o per altro, i colleghi: Riolo Giancarlo, Marullo Domenico, Scandale Salvatore, Corigliano Domenico, Russano Luciano, Straface, mentre per quanto riguarda Nicola Russo che si trova in Germania si è organizzata una bella video chattata per festeggiare anche con lui l’avvenimento. Il menu’ ha comprendeva il cocktail di benvenuto seguito poi con diverse portate a base di carpaccio e pietanze tipiche, linguine , filetto di cernia e orata in crosta di mandorla con contorno di insalata verde e pachino, frutta di stagione, bevande a piacere compreso il caffè per poi concludere con la classica torta. La serata è trascorsa tra aneddoti, risate e ricordi del passato con un pensiero particolare verso il caro collega Carmine Rocca di Isola Capo Rizzuto che ci ha lasciato da poco tempo. La serata è terminata con l’augurio di potersi rivedere il prossimo anno.