...


Anton Giulio Grande e la madrina Eleonora Ivone alla prima serata di Mediterraneo Festival Corto

Una prima serata all’insegna di un sincero dibattito sul Cinema italiano. In sala Anton Giulio Grande, commissario straordinario Calabria Film Commission Giovedì 1 settembre, all’interno del Museo DAC Diamante, la prima serata della dodicesima edizione del Mediterraneo Festival Corto fra grandi ritorni e nuovi incontri. Il progetto è finanziato dalla Calabria Film Commission attraverso l’Avviso […]

La Redazione

Diamante, sabato 03 Settembre 2022.

Una prima serata all’insegna di un sincero dibattito sul Cinema italiano. In sala Anton Giulio Grande, commissario straordinario Calabria Film Commission

Giovedì 1 settembre, all’interno del Museo DAC Diamante, la prima serata della dodicesima edizione del Mediterraneo Festival Corto fra grandi ritorni e nuovi incontri. Il progetto è finanziato dalla Calabria Film Commission attraverso l’Avviso pubblico per il sostegno alla realizzazione di festival e rassegne cinematografiche e audiovisive in Calabria 2022 oltre che il sostegno dell’Amministrazione Comunale di Diamante.

Tanti e di grande prestigio gli ospiti della prima serata del Mediterraneo Festival Corto a partire dal Commissario Straordinario della Calabria Film Commission, Anton Giulio Grande. Fra gli argomenti toccati con il conduttore della serata, il giornalista Ugo Floro, il lavoro della Calabria Film Commission orientato a portare  sempre più produzioni cinematografiche nazionali e internazionali in una Regione che si sta smarcando dal pregiudizio. Gli Studios previsti a Lamezia Terme serviranno proprio a tale scopo. Non solo, Anton Giulio Grande non ha mancato di esprimere la sua ammirazione per il Genio pasoliniano: drammaturgo, regista, poeta, fine pensatore che tutt’oggi resta scomodo ai più. A Pier Paolo Pasolini e ai cento anni dalla nascita è dedicata la dodicesima edizione del Mediterraneo Festival Corto.

Protagonista della serata, la Madrina della dodicesima edizione, l’attrice, regista e produttrice cinematografica Eleonora Ivone che, in Calabria, ha girato la sua opera prima “Ostaggi” proprio grazie al sostegno della Calabria Film Commission. “Il Cinema sta vivendo una nuova vita dopo il Covid-19. La richiesta si è moltiplicata e, di conseguenza, si sono moltiplicati i Set cinematografici ma il pubblico va in Sala sempre meno e i film sono acquistati dalle piattaforme di streaming che, complice il Covid, hanno avuto un’espansione immensa”. Questi i problemi di cui ha parlato la Madrina Eleonora Ivone.

Di quello che ha comportato il blocco del Covid-19 e la legislazione che ne è conseguita ha parlato anche l’avvocato Michele Lo Foco, massimo esperto del diritto d’autore che da anni lavora a tutela degli indipendenti, fra i meno supportati tanto dallo Stato che dagli Enti del settore. L’argomento è stato toccato anche dal regista Angelo Longoni il quale ha auspicato che gli Studios di Lamezia Terme possano vedere presto la luce: “Possiamo ricostruire grandi spazi, città di ogni epoca dentro gli studios. Ben venga siano competitivi e appetibili per chi ha esigenza di realizzarvi un film”.

Ancora un momento in memoria di Pier Paolo Pasolini con il fotografo Roberto Villa curatore della mostra “Gli Orienti di Pasolini”. Un Pasolini vissuto da vicino sul set de “Il Fiore delle Mille e una Notte” che ha portato il fotografo a conoscerlo professionalmente e umanamente. “Diamante e la Calabria hanno reso omaggio alla

figura di Pasolini, attraverso questa mostra fotografica, ancor prima della città di Milano in cui aspetto ancora di esporre” ha rimarcato Villa.

Saluti istituzionali affidati al vicesindaco della città di Diamante, Giuseppe Pascale, il quale, indossata la fascia tricolore, ha insignito Isabel Russinova ed Emanuele Vezzoli, entrambi legatissimi alla città di Diamante, della cittadinanza onoraria. Al termine della cerimonia, l’attore Emanuele Vezzoli è rimasto sulle scene per declamare la lettera che Oriana Fallaci scrisse e indirizzò ad un Pier Paolo Pasolini non più in vita. Un momento di forte intensità emotiva.

All’interno della prima serata di Mediterraneo Festival Corto conferito anche il premio Giovani Talenti di Calabria “Ernesto Caselli” all’atleta paralimpica, campionessa mondiale Para-Archery, Enza Petrilli assente perché qualificata alla finale di Coppa Europa. Ritirerà il premio, un’opera realizzata dalla pittrice calabrese Rosanna Vetturini, durante la serata di solidarietà dedicata ad Enza Minervino che si tiene a dicembre nella sala del Cinema Vittoria di Diamante.

Questa sera, alle 21.30, nella centralissima e splendida location del lungomare Giacomo Mancini (altezza Municipio) al via le premiazioni della dodicesima edizione di Mediterraneo Festival Corto. Conferiti i premi: Miglior Film sezione Fedic; Premio MovieTheatre; Miglior Videoclip; Miglior Film Scuole Istituzionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.