...


Dedicazione chiesa dell’Anàstasis e Consacrazione altare a Cutro

Il rito della dedicazione, sarà presieduto dal Arcivescovo Mons. Domenico Graziani e avverrà mercoledì 17 ottobre

La Redazione

Cutro, lunedì 15 Ottobre 2012.

Con grande gioia e soddisfazione tutta la comunità ecclesiale della parrocchia “Cristo Risorto” in Steccato di Cutro annuncia la Dedicazione della chiesa dell’Anàstasis e la Consacrazione dell’altare che avverrà mercoledì 17 ottobre 2012 alle ore 17.00. Quella dell’Anàstasis, sarà la nuova chiesa parrocchiale, fino ad oggi ospitata in un sia pur dignitoso garage. La costruzione della chiesa era attesa da tantissimo tempo dai fedeli steccatesi. L’ha fortemente voluta, dando inizio ai lavori nel mese di marzo del 2005, l’allora parroco don Serafino Parisi e ora l’ha egli stesso portata a termine insieme all’interesse dell’attuale amministratore parrocchiale don Luca Belcastro.L’impresa non è stata semplice, ma è stata completata grazie a tanti soggetti che hanno contribuito in vario modo: la Regione, l’amministrazione Comunale di Cutro guidata dal Sindaco Salvatore Migale, la Misericordia di Isola Capo Rizzuto, gli stessi don Parisi e don Belcastro, e tutta la popolazione di Steccato.

SarĂ  pubblicata una tabula gratulatoria per ricordare i nomi e i contributi di tutti: istituzioni, associazioni, soggetti singoli, ecc. Il nome AnĂ stasis richiama la risurrezione di GesĂą Cristo a cui è intitolata la parrocchia e, al tempo stesso, realizza un ideale collegamento con S. Anastasia, che è la patrona di S. Severina, paese di origine di don Serafino, e anche compatrona della Diocesi. Il rito della dedicazione, inserito in una S. Messa Solenne, sarĂ  presieduto da S. E. Rev.ma Mons. Domenico Graziani, arcivescovo di Crotone – S. Severina. Nell’occasione sarĂ  benedetto un crocifisso in terracotta di 210 cm, posto su una croce di 4 metri, realizzato dal famoso artista Salvatore Azzolina di Giardini Naxos. Questo crocifisso, si inserisce bene nel territorio cutrese ponendosi in continuitĂ  con la bellissima ed inimitabile opera che si trova nella chiesa della Riforma.

0 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *