Incassava pensione madre morta, finanza reggina sequestra fabbricati e terreni

finanzaLe Fiamme Gialle di Gioia Tauro, hanno eseguito un’ordinanza di sequestro preventivo “per equivalente” emessa dalla Corte di Appello presso il Tribunale di Reggio Calabria nei confronti della sig.ra Z.C., di 57 anni. La donna, sulla base di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, risultava aver riscosso indebitamente la pensione di invalidità e di accompagnamento spettante alla madre, nonostante che quest’ultima fosse deceduta da diversi anni, appropriandosi, in tal modo, senza averne diritto, di oltre 75 mila euro. Per tali motivi, era stata condannata in primo grado a mesi otto di reclusione e al pagamento delle spese processuali. Il provvedimento di sequestro, emesso per un importo pari alla somma indebitamente percepita, è stato attuato a seguito di accurate indagini patrimoniali e finanziarie ed ha colpito un intero fabbricato, 8 appezzamenti di terreno, alcuni dei quali per la sola quota di proprietà posseduta, e diversi conti correnti di cui la persona condannata era intestataria.