...


Aeroporto Crotone, CGIL: Vergognoso il comportamento della Sacal e della Regione Calabria

Vergognoso il comportamento della Sacal e della Regione Calabria nell’incontro che si è tenuto ieri alla cittadella regionale per la riapertura dell’Aeroporto S. Anna. Mortificato tutto il crotonese

La Redazione

Catanzaro, mercoledì 14 febbraio 2018.

Aeroporto di CrotoneE’ veramente difficile non reagire ad un palese ribaltamento delle responsabilità che è andato in onda durante la riunione, in cui, in modo chiaro, è emerso che non c’è nessuna volontà politica di riaprire l’aeroporto. Con un vero ricatto, poi, si è anche ipotizzato il licenziamento dei lavoratori assunti come previsto da quello stesso bando che ha dato la possibilità a Sacal di aggiudicarsi  la gestione dello Scalo.
Il  13 Maggio scorso tutta la società Crotonese e non solo ha partecipato  con determinazione, passione e preoccupazione  ad una importante manifestazione. Venerdi 9 Febbraio 2018  tanti cittadini, accompagnati da tanti Sindaci, rappresentanti istituzionali e sociali,  hanno ribadito la necessita della riapertura. Purtroppo la presa per i fondelli continua , anzi, in assenza dei voli, si chiedono finanziamente ai nostri comuni dimenticando le tante promesse e annunci roboanti dei giorni appena trascorsi (La Regione si era formalmente impegnata a far fronte a tutte le risosrse finanziarie utili alla ripresa delle attività volative). Come CGIL continueremo a batterci con tutte le nostre forze per far rispettare un diritto sacrosanto che è  quello alla mobilità dei cittadini crotonesi  . Inoltre , continueremo, attraverso le nostre strutture regionali e i nostri  uffici legali a seguire la diffida/esposto che chiede a Sacal di  rispettare i termini vincolanti al bando di concessione trentennale dello Scalo e la riassunzione dei lavoratori licenziati.
E’ quanto afferma la CGIL Crotone.

110 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 Responses to Aeroporto Crotone, CGIL: Vergognoso il comportamento della Sacal e della Regione Calabria

  1. antonio Rispondi

    15 febbraio 2018 at 20:33

    il presidente della regione calabria ed il presidente della sacal
    se e’ vero che vogliono il bene della calabria
    dovrebbero gettare la spugna e ritirarsi in buon ordine
    lasciando ai giovani calabresi lo spazio per portare questa regione lasciata morire a rinascere
    CARI AMICI CALABRESI DIAMOCI UNA MOSSA USCIAMO DALLA RASSEGNAZIONE,ALTRIMENTI SAREMO COSTRETTI AD ESSERE SEMPRE IL FANALINO DI CODA

  2. Flavio Francesco Falvo Rispondi

    15 febbraio 2018 at 08:53

    Come volevasi dimostrare…la presa per i fondelli continua…mentre Oliverio continua a promettere si fa largo il nulla…non resta, come giĂ  anticipato dal sottoscritto, la consegna delle tessere elettorali…saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *