...


Gli studenti dell’istituto Alfonso Lucifero di Crotone partecipano alla Giornata del ricordo

La memoria è fondamentale, non dimenticare significa non commettere gli stessi errori, non permettere che si possano compiere gli stessi orrori

La Redazione

Crotone, mercoledì 12 Febbraio 2020.

Il messaggio
è arrivato forte e chiaro agli studenti delle classi V A, V B, V C, IV A e IV B
dell’istituto Alfonso Lucifero di Crotone che lunedì mattina nell’aula magna
hanno partecipato attivamente alla giornata del ricordo. Il dirigente dell’istituto
Girolamo Arcuri ha sposato immediatamente la proposta di presentare il libro “Italiani
due volte. Dalle Foibe all’esodo una ferita aperta della storia italiana”. A portare
i saluti insieme lui è stato il vice prefetto vicario Sergio Mazzea. L’incontro
è stato moderato dalla professoressa Mariella Schirripa mentre a presentare il
libro è stato l’avvocato, nonché grande appassionato di storia, Luigi Morrone,
ma il momento più toccante è stata la testimonianza dell’insegnate in pensione
Maristella Benco. La famiglia della professoressa Benco era di Pola in Istria
(oggi Croazia) i suoi nonni e i suoi genitori sono stati degli esuli. Una testimonianza
diretta che ha fatto vibrare le corde della sensibilitĂ  degli studenti che hanno
toccato con mano il dramma di un popolo improvvisamente diviso fra due nazioni.
La portata dell’evento probabilmente non è percepita allo stesso modo se
studiata in maniera fredda e asettica sui libri di storia. Il racconto di Benco
invece ha fatto “vivere” in prima persona sentimenti e paure, ma soprattutto la
difficoltĂ  di inserimento degli esuli istriani in una terra che invece li
sentiva estranei.

Sono
stati proiettati poi l’inno d’Italia, un filmato sulle Foibe e letti i passi
più significativi del libro. L’incontro è poi entrato nel vivo perché il
dibattito conclusivo è stato partecipatissimo, le domande poste dagli studenti
sono stati tutte pertinenti e stuzzicanti, la discussione perciò è stata sempre
viva e animata. Con una partecipazione attiva e attenta gli studenti, guidati
dai propri insegnanti, hanno dimostrato di aver colto pienamente il messaggio, di
un qualcosa che probabilmente per troppo tempo è stato sminuito.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *