L’Agricoltura della Val di Neto e tutte le sue eccellenze: convegno sull’Anguria di Rocca di Neto

Si è tenuto nella splendida cornice di Piazza Giovanni Paolo Ii, nel cuore del centro storico del Borgo di Rocca di Neto un Convegno sull’Anguria. Un frutto che trova radici profonde nel nostro territorio e che come ha ricordato Alfonso Dattolo, Sindaco di Rocca di Neto “ha rappresentato per il nostro paese una coltura di arricchimento, un prodotto in grado di dare lustro anche fuori regione, creandosi un marchio di qualità autonomo “Le Angurie di Rocca di Neto”.
Durante il dibattito moderato dal giornalista Giovanni Lerose, si sono registrati numerosi interventi: Alberto Caputi Vicepresidente Confagricoltura Regione Calabria, Nicodemo Podella Presidente CIA Calabria, Pasquale Russo Presidente Coldiretti Crotone, Vincenzo Godano Presidente Agrogens. Da tutti è stata espressa “una volontà precisa di ridare anima e centralità all’agricoltura di questo territorio, consapevoli delle qualità presenti dove è necessario muoversi in maniera organizzata, creando la giusta sinergia fra produttori, associazioni di categoria e istituzioni”.
Concetto ribadito anche dall’Ass. Regionale all’agricoltura On. Gianluca Gallo che ha concluso il dibattito. Il Convegno ha visto la partecipazione anche del Dr. Giacomo Giovinazzo, Direttore Generale dipartimento Agricoltura Regione Calabria e del Dr. Francesco Chiellino Coordinatore del PSR Calabria. Gianluca Gallo ha confermato: “noi siamo pronti a sostenere questo progetto, daremo il giusto riconoscimento ad un prodotto d’eccellenza come l’Anguria di Rocca di Neto e tanti altri a seguire, ma siate voi i propulsori di questo movimento, credete nelle qualità che avete e fate in modo che il vostro territorio indossi l’abito migliore”.
Ed è l’abito migliore che tenteranno di cucire a Rocca di Neto, il Sindaco e tutta l’amministrazione che crede nelle potenzialità inespresse della Val di Neto, nella sua bellezza ma anche nella sua produttività. Un primo passo è stato compiuto: un percorso di dialogo con i territori della Val di Neto, con i comuni di Rocca di Neto, Strongoli e Crotone. Unico obiettivo “fare squadra e cercare una crescita d’insieme”; concetto ribadito anche dal Sindaco di Strongoli Sergio Bruno “l’agro di Rocca di Neto e l’agro di Strongoli hanno delle caratteristiche quasi del tutto similari, questo significa che le Amministrazioni debbono solo mettere in risalto e creare quello che in natura è già espresso chiaramente, quindi sono felice di questa iniziativa, del coinvolgimento e della strada che insieme si sta per tracciare”.
Presente la Proloco Neaithos, che ha collaborato alla riuscita dell’evento. Il Presidente Giovanni Fabiano nel corso dell’intervento ha affermato “Le Proloco fanno questo, promozione territoriale, ma naturalmente è necessario che ci sia intesa con le Amministrazioni per portare avanti le iniziative e le idee migliori”.
Importanti sono stati anche gli interventi del Biologo Nutrizionista Critico gastronomico Dott.ssa Valentina Fragale, che ha meglio spiegato le qualità organolettiche dell’anguria e i suoi possibili utilizzi, così come importante è stato l’intervento del Consigliere comunale Pasquale Montesano, che ha spiegato quale sarà il prossimo passo che questa amministrazione vuole compiere per portare a termine il percorso iniziato con la 𝗦𝗮𝗴𝗿𝗮 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗔𝗻𝗴𝘂𝗿𝗶𝗮 𝟮𝟬𝟮𝟮. Nella valle del Neto dunque sta per nascere qualcosa di importante. Un primo passo tenuto conto che la produzione agricola interessa anche altri prodotti di nicchia nella Valle del Neto. Rocca di Neto ha una sua tradizione legata a questo prodotto e con questo evento ha avuto l’intento di ridare centralità all’anguria, un prodotto che appartiene alla nostra provincia.
E’ comunque la cultura del fare che fara’ la differenza: perché “valorizzare, tutelare e rendere fruibile” è la vera mission dei nostri amministratori locali coinvolti ogni giorno sulle potenzialità del nostro territorio. Questo coordinamento dei Comuni è solo un inizio di una nuova fase, un primo passo per tracciare una strada più lunga che potrebbe portare a riconoscimenti più importanti (DE.CO. – IGP).
Radio Studio 97 ha seguito in diretta la serata (audio-video) con la presenza di Francesco Latella.