...


Il mare in burrasca e vento di tramontana mettono in ginocchio il Lido Habanero di Cirò Marina

Lo stabilimento balneare Habanero, la nota discoteca estiva è stato parzialmente spazzato dal vento di tramontana e dal mare

La Redazione

Cirò Marina, giovedì 14 Febbraio 2019.

Le forti mareggiate, causate dal forte vento degli ultimi giorni, hanno di fatto eroso la battigia lungo la spiaggia di Punta Alice, mettendo in ginocchio lo stabilimento balneare denominato Summer Beach club Habanero, la nota discoteca estiva.
Le onde hanno colpito le strutture prefabbricate che costituivano una parte principale del lido, danneggiandole pesantemente e sbattendole sulla spiaggia. Ai titolari Giusy Vetere e al marito Luigi Valente ex assessore comunale, non resta che fare la conta dei danni.
Noi della Redazione non possiamo che essergli vicini ed esprimere tutta la nostra solidarietĂ . Anche per lo scorso danno subito da un incendio.

1832 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 Responses to Il mare in burrasca e vento di tramontana mettono in ginocchio il Lido Habanero di Cirò Marina

  1. quisque de populo Rispondi

    15 Febbraio 2019 at 19:17

    I commenti sin qui registrati sembrano possano essere divisi in due categorie: chi dĂ  il primato alla natura e chi, invece, antepone l’uomo.
    Quella tra l’uomo e la natura è una dialettica eterna, che al pari di ogni altra “contesa”, si risolve solo con il compromesso.
    E’ vero che la natura pretende rispetto, ma altrettanto vero è che la natura talvolta spazza via l’uomo anche quando questi non ha colpa alcuna, come accade nei casi di catastrofi naturali (terremoti, inondazioni, ecc.); vero è anche, però, che non esistono attivitĂ  umane che non abbiano incidenza, anche lieve, sulla natura, e, perciò, che se vogliamo crescita, sviluppo e lavoro, non possiamo fare a meno di incidere sulla natura stessa, che non possiamo immaginare intangibile.
    Il dilemma, come giĂ  detto, si risolve con l’equilibrio.
    Intanto arrivi a chi dall’Habanero ricava il proprio sostentamento, passandovi a lavorare le gionate estive in cui noialtri ci riposiamo e ci divertiamo, tutta la mia solidarietĂ .

  2. luigi Rispondi

    15 Febbraio 2019 at 09:29

    Quando si “violenta”la natura questi sono i risultati.Al momento opportuno si riprende ciò che gli è stato tolto.

  3. Quintino Farsetta Rispondi

    15 Febbraio 2019 at 07:01

    E’ evidentemente un brutto momento per Luigi e famiglia. Ma conosco talmente bene la sua famiglia da pensare che faranno certamente cerchio attorno a lui perchĂ© non crolli sotto questi colpi. Luigi… coraggio, sei di buona razza.

  4. Antonio Rispondi

    14 Febbraio 2019 at 19:20

    Prima o poi la natura si riprende sempre quello che gli viene tolto.

Rispondi a Antonio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *