Atto intimidatorio al crotonese Francesco Facino, colpi di fucile all’azienda

Atto intimidatorio Facino

CROTONE – “Da troppo tempo e sempre più frequentemente nel nostro territorio si registrano atti intimidatori nei confronti di nostri imprenditori e il vile atto registrato nella notte tra lunedì e martedì, con dei colpi di fucile, che hanno colpito la “Gastronomia Facino” ci ha scosso in maniera particolare. Il titolare fondatore di questa impresa, che è una bella realtà della Provincia di Crotone, Francesco Facino, oltre ad essere un membro del Consiglio direttivo di Confartigianato, è anche esponente della nostra Associazione in Camera di Commercio oltre naturalmente un grande amico della nostra base associativa. I nostri pensieri sono rivolti a Francesco, alla sua Famiglia e ai suoi dipendenti, perché conosciamo bene la sua storia imprenditoriale fatta di successi dovuti a ottime capacità e ad un pizzico di follia, quella sana follia che accompagna generalmente i nostri “capitani coraggiosi”. Abbiamo vissuto con Lui gli anni in cui decise di abbandonare la propria attività storica per intraprendere questa nuova grande avventura, accollandosi tanti rischi, cambiando completamente settore, ed oggi dopo aver creato una realtà che esporta realmente il “Made in Crotone” in tutto il mondo, generando nuove opportunità lavorative, registriamo queste situazioni a dir poco raccapriccianti.

Siamo quasi impotenti, purtroppo lo dobbiamo dire con chiarezza ed onestà, alla forte escalation di questi vili atti nei confronti di chi fa impresa con spirito di abnegazione e continua ad investire e a credere nel territorio. Imprese capaci di perseverare anche nel periodo di questa grave crisi economica, facendosi punto di riferimento per un’occupazione certa, devono subire queste vere e proprie mortificazioni. Questi atti sono la dimostrazione di come la criminalità cerca di piegare le attività imprenditoriali di qualsiasi natura proclamando di fatto una vera guerra a tutti coloro i quali si impegnano quotidianamente a creare ricchezza diffusa ed occupazione. Auspichiamo che la Magistratura e le Forze dell’Ordine facciano piena luce sull’episodio, Confartigianato Crotone ha organizzato un Consiglio Direttivo per sabato 16 giugno alle ore 17:00 nella stessa azienda Facino, perché tutti sappiano che la nostra Associazione è vicina e solidale a tutti gli imprenditori minacciati e vessati ed ai propri dipendenti. Certo lavoreremo instancabilmente e senza sconti per nessuno per far uscire la Calabria da questo stato comatoso con tutte quelle iniziative e possibilità che la nostra Costituzione ci consente”.