...


“In Friuli Venezia Giulia per lavoro non aspetto il Reddito di Cittadinanza”

La storia di Giuseppe Ierace, calabrese, risiede e lavora a Tolmenzzo in provincia di Udine

La Redazione

Udine, mercoledì 29 Maggio 2019.

“In Friuli Venezia Giulia per lavoro non aspetto il Reddito di Cittadinanza”
Partiamo dal 4 di marzo 2018, dove in un certo qual modo si sarebbero decise le sorti del paese. Una miriade di partiti che alla fine dopo 5 anni di governo con a capo PD e tutto il resto delle varie accozzaglie hanno fatto ben poco per la comunitĂ  italiana viceversa con ipocrisia e servilismo nei confronti dell’ “Ue”, in cambio di cosa di una flessibilitĂ  economica rivolta a chi? Io  Calabrese pro 5 stelle al momento mi trovo a lavorare nella provincia di Udine precisamente a Tolmezzo nella Carnia zona Nord est, a ben 1300 km da casa dove di lavoro c’è ne sta sicuramente di piu’ rispetto il mio loco natio; la cosa piĂą fastidiosa che da quando c’e’ in carica questo nuovo governo ne vedo di ogni grado, attacchi di ogni genere da una classe politica passata che non si e’ mai posta il problema di andare a favore dei cittadini e non delle banche.
Una delle”Chicche” e’ il “Reddito di Cittadinanza”!! Molti esponenti dichiaravano che il movimento 5 stelle abbia avuto i consensi specialmente al sud, perché si vive di assistenzialismo.
Ecco chi meglio di me e ne faccio testimonianza, di certo non ho votato per questo motivo, ho lavorato sempre facendo la qualunque da quando ho finito le superiori ben 23 anni fa, lo stare a spasso non e’ mai stato il mio forte e campare di sussidi. La mia preferenza l’ho data per il fatto che neanche un partito ma un movimento chiamiamolo come si voglia, in solitaria ad oggi si e’prefissato degli obiettivi che puntualmente sta cercando di portare a termine, il reddito di cittadinanza presente in diversi paesi europei che fanno parte della” Ue” perchĂ© solo in Italia non dovrebbe funzionare? Quando mi si e’ presentata l’occasione di poter lavorare in un ambiente dove per anni ho ricoperto un ruolo; cioe’ quello di operatore socio sanitario non mi sono demoralizzato nel fare le valigie e partire in una terra nuova, di confine, dove risiede gente che gli e’ crollato il mondo addosso e hanno saputo reagire rimboccandosi le maniche ricostruendo il tutto, eppure potevo attendere l’arrivo della manna dal cielo. Il lavoro e’ dignitĂ  e vita, quindi di politica con false ideologie la gente e’ stufa, servono atti concreti che non abbiano confini. Dai meandri della Carnia fino al sud nella mia terra con un solo obiettivo il bene comune, il politico non e’ lavoro e’ una missione a servizio dei cittadini.

233 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *