Coronavirus, due comuni nel crotonese in “zona rossa” Scandale e Savelli

Il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, ha firmato un’ordinanza ieri sera. Le misure sono in vigore dalle ore 22 di oggi sera per 10 giorni, fino a tutto il 30 ottobre. Il provvedimento si è reso necessario dopo che il dipartimento di prevenzione dell’Asp di Crotone ha comunicato che a Scandale “si registra una situazione di criticità in termini di diffusione del contagio da Sars-CoV-2, con un numero di casi negli ultimi 7 giorni pari a 22 e ulteriori 9 soggetti già risultati positivi al test antigenico rapido, con una incidenza superiore ai valori di allerta in rapporto alla popolazione residente e un possibile focolaio in espansione in relazione al numero potenziale di contatti stretti del caso indice”, mentre a Savelli – si legge nell’ordinanza regionale – “si registra una situazione di criticità con un numero di casi attivi negli ultimi 14 giorni pari a 24 dei quali circa il 62% registratisi negli ultimi 7 giorni, con una incidenza superiore ai valori di allerta in rapporto alla popolazione residente”.