...


Crucoli, rinvenuto ordigno della Prima Guerra Mondiale

Nelle vicinanze dell’abitato di Crucoli da un operaio mentre si recava ad accudire un piccolo gregge di capre

Nunzio Esposito

CRUCOLI, giovedì 18 Luglio 2019.

Sono intervenuti gli artificieri
dell’Esercito, mercoledì scorso 17 luglio, appositamente giunti da Napoli ed accompagnati
dai Carabinieri della Stazione di Torretta, per le delicate operazioni di
rimozione di un ordigno bellico, risalente alla Prima Guerra mondiale, rinvenuto
nelle vicinanze dell’abitato di Crucoli da un operaio che qualche giorno prima
vi era addirittura inciampato mentre si recava ad accudire alcune sue caprette ricoverate
in un piccolo recinto a poche centinaia di metri dal campo sportivo “Mario
Forciniti”.

Francesco Liotti, questo il nome del giovane protagonista del rinvenimento, ci ha raccontato che mentre scendeva dal viottolo a valle dell’abitato di via Annunziata. come fa quotidianamente per raggiungere il suo piccolo gregge, ha addirittura inciampato in quello che sembrava un semplice tubo metallico.

“Poi però, – continua – nell’osservare
da vicino quello strano ostacolo sulla viuzza che faccio tutti i giorni, ho
rimosso la terra intorno e scavando con le mani mi sono accorto che l’oggetto,
seppure tutto arrugginito, assomigliava sempre più ad un grosso proiettile.”

A questo punto, resosi conto
della situazione delicata, Giuseppe ha allertato i Carabinieri di Torretta, che
si sono portati subito sul posto, al comando del Luogotenente Giorgio Caputo,
ed hanno avviato le operazioni del caso, mettendo in sicurezza il luogo del
ritrovamento e richiedendo l’intervento degli artificieri.

I quali, con al seguito un’ambulanza,
sono giunti a Torretta mercoledì ed a metà mattinata hanno provveduto a
prelevare l’ordigno, probabilmente una bomba da mortaio, lunga circa 30
centimetri, di costruzione austriaca, che è stata poi portata a Fiume Nicà per
l’innesco.

1360 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *