...


Il Circolo Legambiente Nic√†: “La stagione degli incendi nel nostro territorio sembra non avere fine”

L’ultimo di una serie, in questa estate particolare di emergenza Covid-19, si √® sviluppato nei giorni scorsi a Cariati in localit√† Petraro

La Redazione

Scala Coeli, domenica 13 Settembre 2020.

Sono stati tanti i comuni interessati da incedi di portata anche importanti, che hanno richiesto l’intervento di elicotteri e canadair. Scala Coeli, Terravecchia, Mandatoriccio, Campana, Pietrapaola, Cariati, questi i comuni nei quali ettari di macchia mediterranea sono andati in fumo. Il nostro circolo alla luce della portata, della frequenza e del numero elevato di incendi sviluppatisi nel nostro territorio, ha ritenuto opportuno presentare nei giorni scorsi un esposto alla Procura della Repubblica di Castrovillari e al Comando Stazione Carabinieri Forestali di Rossano. Ribadiamo come gi√† fatto in passato l’importanza di alcune misure che devono essere adottate, secondo quanto previsto dalla legge per evitare e limitare gli incendi, pulizia dei terreni a rischio, viali e fasce tagliafuoco, manutenzione e pulizia, aggiornamento mappature catastali degli incendi, ed applicazione della legge 353/ 2000 ed eventuali sanzioni. Riteniamo che oltre ad un‚Äôopera mirata al contrasto di questo fenomeno attraverso¬†l’individuazione ad esempio delle responsabilit√†, dei piromani, √® di fondamentale importanza che ci sia una nuova coscienza e consapevolezza sugli incendi mirata a rendere le nostre popolazioni ed i nostri territori meno vulnerabili, pi√Ļ pronti e preparati a fronteggiare eventuali situazioni di pericolo. √ą necessario un maggiore impegno da parte di chi ne ha la competenza che miri a limitare i danni da incendio, mettendo in atto quanto necessario. Noi tutti abbiamo il dovere di preservare la nostra bellissima macchia mediterranea, per noi, per la tutela della biodiversit√†, per il contrasto ai mutamenti climatici e per il futuro dei nostri figli e del pianeta.

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *