...


I liceali petilini incontrano il reparto Carabinieri biodiversità di Catanzaro

Progetto nazionale di educazione ambientale:
“Un Albero per il Futuro, per la realizzazione di un bosco diffuso con i Carabinieri della Biodiversità”

La Redazione

Catanzaro, lunedì 14 Dicembre 2020.

Il Liceo Scientifico “Raffaele Lombardi Satriani” di Petilia Policastro (KR), con le classi terze, ha aderito al progetto nazionale di educazione ambientale “Un Albero per il Futuro, per la realizzazione di un bosco diffuso con i Carabinieri della Biodiversità”, promosso dal Reparto Carabinieri per la Biodiversità di Catanzaro, diretto dal Colonnello Nicola Cucci. Il progetto, nei giorni scorsi, è stato presentato agli studenti liceali, con la partecipazione del Presidente della Provincia di Crotone Simone Saporito.
La Dirigente Scolastica Antonella Parisi, dopo aver portato ai partecipanti i saluti della scuola, ha rimarcato che il Piano dell’Offerta Formativa del nostro Istituto, in questi mesi si è arricchito con il nuovo curricolo di Educazione Civica che vedrà i giovani, sempre di più, impegnati in attività di cittadinanza attiva, nella direzione dell’importante obiettivo della sostenibilità, uno dei tre nuclei concettuali del Curricolo. La scuola, da molti anni, partecipa alle attività promosse dall’Ufficio Territoriale della Biodiversità del Corpo Forestale, oggi “Carabinieri per la Biodiversità”, due anni fa il multimediale dal titolo: “Micro e macro, i corsi d’acqua silani”, nell’ambito del progetto “Micro e Macro nella Biocomplessità” -, venne premiato con il 3° posto, nella graduatoria nazionale per le scuole secondarie
Il referente Luigi Concio, docente di scienze naturali, nonché Presidente del locale Circolo Legambiente, ha ricordato l’ottimo rapporto di collaborazione instaurato con i “Carabinieri forestali”, le tante iniziative – Festa dell’albero, Puliamo il Mondo -, progetti di didattica naturalistica, di educazione ambientale, il Liceo, per 11 anni, è stato premiato scuola Eco-Schools, con l’attribuzione della “bandiera verde”, da parte della FEE -Foundation for Environmental Education -. Partecipa all’iniziativa con la progettazione, sistemazione, del verde scolastico, la realizzazione di un orto botanico insieme alla Provincia di Crotone, ente proprietario del terreno, coinvolgendo le associazioni locali, l’Istituto Professionale per il legno, il Comune di Petilia Policastro.
Successivamente sono intervenuti i componenti del Reparto Carabinieri per la Biodiversità di Catanzaro. Il Colonnello Nicola Cucci ha ringraziato il Liceo Scientifico per le partecipazioni, in tutti questi anni, alle attività proposte dal Reparto Carabinieri per la Biodiversità, rimarcando la necessità di creare una sinergia, promuovere la cultura della sostenibilità.
L’appuntato Raffaele Viscomi ha illustrato il progetto che si propone di avvicinare gli studenti allo studio dell’ambiente, degli ecosistemi, un’attività in direzione della sostenibilità, di creare un bosco diffuso in tutta Italia, fatto di piccoli alberi di specie autoctone. Un percorso di conoscenza, triennale, delle Riserve Nazionali dello Stato e Foreste Demaniali, la più vicina a noi è la “Riserva Biogenetica Statale Gariglione – Pisarello”, scoprire gli habitat naturali più vicini al proprio territorio, individuando quelle aree dove l’ambiente appare più bisognoso di cure. Il Liceo ha individuato un’area, all’interno del proprio plesso scolastico, dove far nascere un orto botanico, dove saranno messe a dimora piante autoctone che saranno monitorate, geolocalizzate.
Il botanico Carmine Lupia, nel corso della sua interessante lezione, non si è limitato ad a descrivere l’importante funzione ecologica che hanno gli alberi, anche il loro utilizzo, il legname della Sila nel corso della storia. I partecipanti hanno potuto conoscere che la Calabria è una terra ricca di boschi, con tutte le fasce fitoclimatiche, da quelle più calde, palmetum e la vegetazione mediterranea, a quelle più fredde della fascia del “Fagetum – Picetum” caratterizzata dalla presenza del faggio e dell’abete bianco, quest’ultima una specie molto resistente alle piogge acide. I semi di abete bianco del Gariglione sono stati utilizzati in Germania, negli anni ’80, per sanare la foresta nera gravemente danneggiata. L’abete bianco è stato utilizzato per realizzare le travi della Reggia di Caserta, storico palazzo reale, Patrimonio dell’Umanità UNESCO.
Al termine dell’incontro è intervenuto i Presidente della Provincia di Crotone Simone Saporito: “ Nonostante le difficoltà del momento dettate dall’emergenza epidemiologica e dalle conseguenti restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19, il Liceo Scientifico “Satriani” di Petilia Policastro si è fatto promotore di un’importante iniziativa del Reparto Carabinieri della Biodiversità”, il modo giusto per coinvolgere gli studenti, educarli alla biodiversità ed al rispetto ed alla tutela dell’ambiente. Il mio plauso va dunque alla dirigente scolastica del Liceo Satriani Antonella Parisi, al Prof. Luigi Concio, al Reparto Carabinieri per la Biodiversità di Catanzaro diretto dal Colonnello Nicola Cucci per aver creato questa importante occasione di crescita umana e culturale all’interno del nuovo Polo Scolastico di Petilia Policastro inaugurato nello scorso mese di giugno dall’amministrazione provinciale che vede coabitare due importanti realtà scolastiche nello stesso immobile: il Liceo Scientifico “R.Lombardi Satriani” ed il Professionale del Legno, dell’Arte e dell’Arredamento “Margherita Hack”. A tutti cittadini, istituzioni, associazioni non resta che collaborare per far sì che questa palestra di vita dei nostri ragazzi sia sempre più bella, al passo con i tempi, viva e formativa. L’amministrazione provinciale, come ha già avuto modo di dimostrare, continuerà ad avere al primo posto gli studenti ed i loro edifici scolastici per far sì che si possa apprendere e mettere in pratica le esperienze acquisite in ambienti accoglienti, sicuri ed efficienti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

una Risposta a I liceali petilini incontrano il reparto Carabinieri biodiversità di Catanzaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.