Primo vasto incendio a Cirò, le fiamme hanno bruciato la macchia mediterranea attorno il Parco Eolico

Primo vasto incendio a Cirò, le fiamme hanno bruciato  la macchia mediterranea che si trova sotto e intorno  il Parco Eolico in zona Malocretazzo, lambendo una abitazione privata, una azienda agricola di bovini, i vigneti del doc in zona Carroccella, ed alcuni uliveti andati distrutti dal fuoco. Le fiamme partite da sotto il ciglio della strada provinciale  che da Cirò porta ad Umbriatico, già nel pomeriggio, in poco tempo  ha saltato la strada e si è diretto sulla collina  su cui sorge il parco eolico distruggendo tutta la macchia mediterranea presente mettendo a repentaglio gli animali presenti  nel bosco ed attorno l’azienda. I vigili del fuoco intervenuti purtroppo sul tardi attorno alle ore 20.30 poiché erano impegnati altrove, erano stati   allertati dall’assessore all’agricoltura e all’ambiente Francesco De Fine che insieme ad altri agricoltori hanno prestato  i primi aiuti  per ostacolare l’avanzare del fuoco specialmente verso i vigneti e gli uliveti.  Per tutta la notte i vigili nonostante il buio hanno lavorato al suo spegnimento, sul posto ha dare conforto  ai  soccorritori il sindaco Mario Sculco ed  vice sindaco Fortunato Strumbo. Solo all’alba si è potuto constatate che per fortuna le fiamme sono state dominate,  rimane uno sconfortante territorio arso deturpato della sua bellezza naturale per colpa del solito piromane senza scrupolo.