...


Amianto, urge bonifica area Isola Capo Rizzuto

Presentata dai parlamentari (Pd) Laratta e Oliverio un’interrogazione al Governo, l’area interessata è l’ex camping “il Subacqueo”

 

Giuseppe Livadoti

CROTONE, mercoledì 18 luglio 2012.

Marinella, Isola Capo Rizzuto

Lo sostengono i deputati del Pd Nicodemo Oliverio e Franco Laratta che hanno presentato un’interrogazione al Governo. “I cittadini – sostengono – sono fortemente preoccupati per la loro salute e per lo stato di degrado in cui si trova l’intera area, ma soprattutto sono preoccupati per la presenza di eternit di amianto, di cui si è ormai ampiamente dimostrato la sua pericolositĂ  per la salute dell’uomo”. Nell’interrogazione al Ministro dell’Ambiente, i parlamentari sostengono che “gli abitanti denunciano ormai da tempo il completo stato di abbandono dell’area che ha ospitato per anni l’ex camping il Subacqueo e l’intera zona andrebbe urgentemente bonificata, per come giĂ  a suo tempo richiesto dell’Amministrazione comunale, questa necessitĂ  segnalata dagli stessi cittadini anche con un esposto presentato in Procura e trasmesso per conoscenza a comune, provincia, regione, con il quale si denuncia una situazione gravissima e non piĂą tollerabile per la salute dei bagnanti e dei cittadini, che si recano in particolare nei periodi estivi sulle spiagge limitrofe proprio all’area che ospitava il camping”.

“E’ assolutamente necessario e non piĂą rinviabile – sostengono Laratta e Oliverio – una completa bonifica dell’intera zona, con relativo smaltimento di tutto il materiale pericoloso, oltre alla rimozione nel rispetto degli standard di sicurezza delle coperture in eternit al fine di tutelare la salute di tutta la popolazione che abita questo territorio e di chi frequenta le vicine spiagge, in modo da poter restituire il paesaggio e l’ambiente allo splendore che meritano”. I parlamentari chiedono quindi di sapere se i ministri “intendano al piĂą presto promuovere tutte le iniziative necessarie per far si che possa essere bonificato integralmente il sito, in modo da restituirlo ad un uso produttivo e turistico all’intera comunità”. “Crotone e provincia, per la forte concentrazione di industrie chimiche, in passato ha giĂ  toccato pesantemente la salute dei cittadini provocando diversi morti oltre al diffondersi di diverse malattie tumorali”.

16 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *