...


Certificazione competenze Lingua Latina con 182 alunni calabresi al Liceo Classico ‚ÄúPitagora‚ÄĚ di Crotone

Si √® svolta lo scorso 11 aprile 2019 presso il Liceo Classico ‚ÄúPitagora‚ÄĚ di Crotone la Certificazione delle Competenze della Lingua Latina III^ edizione

La Redazione

Crotone, lunedì 15 Aprile 2019.

La Certificazione delle Competenze della Lingua Latina III^ edizione, ha visto la partecipazione di 182 alunni, rispettivamente 166 per il Livello A (A1-A2) e 16 per il livello B1, provenienti dai vari licei della Calabria: CIRO‚Äô-Liceo Scientifico ‚ÄúL. Lilio Adorisio‚ÄĚ con 9 partecipanti, CIRO‚Äô MARINA-I.I.S. ‚ÄúG. Gangale‚ÄĚ con 2 partecipanti, CATANZARO-Liceo Classico ‚ÄúP. Galluppi‚ÄĚ con 25 partecipanti e Liceo Scientifico ‚ÄúL. Siciliani‚ÄĚ con 8 partecipanti, COTRONEI-Liceo Scientifico ‚ÄúR. L. Satriani‚ÄĚ con 4 partecipanti, CROTONE- Liceo Classico ‚ÄúPitagora‚ÄĚ con 50 partecipanti e Liceo Scientifico ‚ÄúFilolao‚ÄĚ con 3 partecipanti, LAMEZIA TERME-Liceo Classico ‚ÄúFiorentino‚ÄĚ con 14 partecipanti, REGGIO CALABRIA- Convitto Nazionale ‚ÄúT. Campanella‚ÄĚ con 6 partecipanti, Liceo Classico ‚ÄúT. Campanella‚ÄĚ con 25 partecipanti e Liceo Scientifico ‚ÄúLeonardo Da Vinci‚ÄĚ con 22 partecipanti, STRONGOLI- I.O. Liceo Scientifico con 5 partecipanti, VIBO VALENTIA- Liceo Scientifico ‚ÄúG. Berto‚ÄĚ con 9 partecipanti.
Nell‚Äôottica della promozione dello studio e della valorizzazione delle discipline classiche, il Liceo ‚ÄúPitagora‚ÄĚ di Crotone, in collaborazione con l‚ÄôUfficio Scolastico Regionale per la Lombardia e la Consulta Universitaria di Studi Latini (C.U.S.L.), anche quest‚Äôanno ha sostenuto il progetto della Certificazione delle Competenze della Lingua Latina in Calabria. Pienamente voluto dalla Dirigente Scolastica del Liceo Classico ‚ÄúPitagora‚ÄĚ, Dott.ssa Maria Fontana ARDITO, che per la piena riuscita del progetto e dell‚Äôevento si √® avvalsa del suo team di docenti e collaboratori, in particolare della Prof.ssa Carmen BARBIERI, Vicario del Liceo, e della Prof.ssa Caterina FIORITA, referente della Certificazione delle Competenze della Lingua Latina. Si tratta di una particolare certificazione (sulla falsariga del quadro comune europeo per le lingue) che mira a fornire anche ai nostri studenti la possibilit√† di sostenere il test per il riconoscimento della padronanza della lingua latina. Il titolo conseguito, con il relativo livello, √® valido sul territorio nazionale.
Il dispositivo di Certificazione delle Competenze della Lingua Latina, gi√† collaudato con successo da alcuni anni da altri Uffici Scolastici Regionali, √® stato promosso dalla Consulta Universitaria di Studi Latini allo scopo di incentivare lo studio liceale del latino e valorizzare gli esiti di apprendimento linguistico raggiunti dagli studenti in questo settore disciplinare, anche attraverso un adeguato riscontro esterno. La certificazione fa riferimento ad una serie di parametri indicativi della competenza linguistica ricettiva della lingua latina e pu√≤ essere ottenuta in riferimento a tre livelli cos√¨ determinati: Livello A (distinto in A1 e A2, ma con iscrizione unica al livello A): prova senza dizionario, della durata di un‚Äôora e trenta minuti. Il livello A2 si raggiunge alla fine del primo biennio del liceo classico e del triennio del liceo scientifico e delle scienze umane (in termini indicativi si ritiene che si possa accedere al livello A2 dopo circa 200 ore di studio del Latino); Livello B1: prova senza dizionario, della durata di un‚Äôora e trenta minuti. Il livello si raggiunge alla fine del secondo biennio del liceo classico e del liceo scientifico e alla fine del quinto anno di quello delle scienze umane (in termini indicativi si ritiene che si possa accedere al livello B1 dopo circa 300 ore di studio del Latino); Livello B2: prova senza dizionario, della durata complessiva di due ore e mezza. Il livello si raggiunge alla fine del percorso liceale (in termini indicativi si ritiene che si possa accedere al livello B2 dopo circa 400 ore di studio del Latino). Le prove dei tre livelli sopra indicati sono distinte e separate nella modalit√† di svolgimento, tipologia di prova. Gli studenti possono iscriversi solo a uno dei tre livelli sopra riportati. Nell‚Äôeffettuare l‚Äôiscrizione si tenga presente che la scelta del livello non √® necessariamente vincolata alla classe frequentata, che costituisce soltanto un criterio orientativo secondo quanto sopra indicato; sar√† comunque possibile iscrivere ciascuno studente ad una sola prova. Per orientare studenti e docenti sar√† possibile consultare le prove utilizzate lo scorso anno nella precedente sperimentazione; tali materiali sono pubblicati sul sito dell‚ÄôUfficio Scolastico Regionale per la Lombardia, insieme al lessico di base necessario per sostenere la prova di livello A e indicazioni ulteriori in merito allo svolgimento delle prove (http://usr.istruzione.lombardia.gov.it/aree-tematiche/innovazione-tecnol…). Per il livello B si pu√≤ fare riferimento all‚ÄôARELAB di Besan√ßon. √ą importante precisare che non si tratta di una competizione tra studenti o tra istituzioni scolastiche, ma di una sperimentazione volta a comprendere e stabilire quale sia il livello di competenze acquisito dagli studenti in vista del passaggio da una fase sperimentale regionale ad una piena attuazione nazionale. La valutazione delle prove viene effettuata sulla base di griglie di attribuzione di punteggio elaborate e accreditate presso la Consulta Universitaria di Studi Latini. La correzione delle prove stesse √® affidata ad una Commissione appositamente nominata, costituita da docenti di Licei della Calabria e presieduta da un docente universitario delegato C.U.S.L. A ciascuno studente sar√† rilasciato un attestato di partecipazione; in caso di superamento della prova, sar√† facolt√† delle istituzioni scolastiche riconoscere il credito formativo. Si ricorda che il giudizio espresso dalla Commissione giudicatrice √® insindacabile. Durante lo svolgimento delle prove i docenti accompagnatori, proff. CANALE Giovanna (Liceo ‚ÄúLeonardo da Vinci‚ÄĚ di Reggio Calabria), CERSOSIMO Viviana Simona (I.O. Liceo di Strongoli), CODESPOTI Emanuela (Liceo ‚ÄúT. Campanella‚ÄĚ di Reggio Calabria), D‚ÄôAGOSTINO Grazia, docente esperto della comunicazione (Liceo ‚ÄúT. Campanella‚ÄĚ di Reggio Calabria), D‚ÄôANGELO Ignazio (Liceo ‚ÄúG. Berto‚ÄĚ di Vibo Valentia), FOTI Francesca (Convitto Nazionale ‚ÄúT. Campanella‚ÄĚ di Reggio Calabria), IANNI Rossella (Liceo ‚ÄúL. Lilio Adorisio‚ÄĚ di Cir√≤), LABATE Mariangela (Liceo ‚ÄúLeonardo da Vinci‚ÄĚ di Reggio Calabria), MADERA Assunta (Liceo ‚ÄúL. Lilio Adorisio‚ÄĚ di Cir√≤), PANTONE Alessandra (Liceo ‚ÄúP. Galluppi‚ÄĚ di Catanzaro), PILUSO Claudia (I.I.S. Liceo Classico ‚ÄúG. Gangale‚ÄĚ di Cir√≤ Marina), RIZZUTO Emilia (Liceo ‚ÄúFiorentino‚ÄĚ di Lamezia Terme), hanno effettuato una visita guidata presso il centro storico della citt√† crotoniate accompagnati dalla Prof.ssa Maria Francesca GRECO e da alcuni alunni del Liceo che per l‚Äôoccasione hanno fatto da Cicerone. Il Prof. Francesco PESCE, gi√† docente del Liceo ‚ÄúPitagora‚ÄĚ, in qualit√† di assessore alla Pubblica Istruzione, ha salutato tutti i partecipanti che per l‚Äôoccasione sono stati omaggiati con l‚Äôopuscolo ‚ÄúL‚Äôantica citt√† di Crotone‚ÄĚ.

170 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *