...


Rilevate irregolarità nel depuratore di Cirò Marina, pesanti sanzioni amministrative ai responsabili

I Carabinieri Forestali hanno accertato nei giorni scorsi diverse irregolaritĂ  nella gestione del depuratore delle acque reflue

Comunicato dei Carabinieri Forestali

Cirò Marina, venerdì 04 Ottobre 2019.

I Carabinieri forestali hanno accertato nei giorni scorsi diverse irregolarità nella gestione del depuratore delle acque reflue ubicato nel lungomare del comune di Cirò Marina. Il controllo eseguito congiuntamente a personale dell’ARPACAL ha evidenziato il superamento di alcuni valori soglia dei reflui. L’autorizzazione allo scarico, inoltre, era scaduta. Sono state contestate pesanti sanzioni amministrative a carico dei responsabili.

Nei giorni scorsi i militari della stazione CC forestale Cirò congiuntamente ai tecnici dell’ARPACAL avevano eseguito un controllo del depuratore sito nel centralissimo lungomare Pugliese del popoloso centro rivierasco. Gli esiti delle analisi chimiche e batteriologiche dei campioni ottenuti dal prelievo hanno evidenziato il superamento di uno dei valori soglia fissati dalla normativa vigente in materia. L’autorizzazione allo scarico, peraltro, risultava scaduta e i registri di carico e scarico dei fanghi di depurazione non erano tenuti correttamente.
Ai militari e ai tecnici ARPACAL intervenuti non è rimasto altro che contestare pesanti sanzioni amministrative ai responsabili delle irregolarità riscontrate.
L’intervento dei militari dell’Arma, con l’ausilio prezioso e imprescindibile dei tecnici ARPACAL, è stato volto a tutelare il ciclo dell’acqua, una delle componenti dell’ambiente divenute ormai più fragili, essenziale per il mantenimento della qualità della vita sulla Terra.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

One Response to Rilevate irregolarità nel depuratore di Cirò Marina, pesanti sanzioni amministrative ai responsabili

  1. luigi Rispondi

    5 Ottobre 2019 at 09:57

    Eppur si muove….
    Veramente il depuratore in quel sito c’è sempre stato,e prima di adesso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *