...


Crotone, il presidente della provincia ed i sindaci del territorio propongono la creazione di un fondo di solidarietĂ  per i lavoratori Carrefour

Continua la desertificazione occupazionale nel territorio

Giuseppe Livadoti

CROTONE, giovedì 31 Ottobre 2019.

 

Per i cittadini di Crotone e
dell’intera Provincia nessuna possibilità di nuova occupazione da oltre un
quarto di secolo. Ciò che, invece, continua ad essere molto gettonata l’interruzione
lavorativa in ogni settore. Ormai l’intero territorio crotonese conta soltanto
disoccupati, giovani per la maggior parte. Cambiano di continuo i Governi, si
ascoltano da questi provvedimenti di ogni genere, ma a proposito della Calabria
in generale, mai un provvedimento che riduca la disoccupazione. Solo
enunciazioni di cosa si vorrebbe fare per il bene di tutti, ma nel corso delle
campagne elettorale. Passato questo momento, niente succede e tutto rimane come
prima. Alla desertificazione occupazionale per lo smantellamento delle industrie,
adesso si sta aggiungendo quella della distribuzione alimentare, al dettaglio e
all’ingrosso. Cinquantadue dipendenti del Supermercato Carrefour licenziati.
Famiglie che stanno vivendo il dramma della mancanza stipendio. Altri
licenziamenti che si aggiungano ad altri licenziamenti. La continuazione di un
dramma che a Crotone non ha fine. Per questo ultimo caso, solidarietĂ  e
vicinanza ai lavoratori Carrefour è stata espressa dal Presidente della
Provincia e dai sindaci del territorio durante l’assemblea che si è svolta nel
pomeriggio di giovedì nella Sala Borsellino.

Il Presidente della Provincia
e sindaco di Crotone Ugo Pugliese e gli amministratori locali del territorio
hanno voluto non solo riaffermare con forza la propria vicinanza ai 52
lavoratori ed alle loro famiglie, ma hanno intenso anche e soprattutto sollecitare
e ribadire la richiesta giĂ  fatta dai sindacati per  aprire con urgenza un tavolo al Ministero del
Lavoro.

Gravi le modalitĂ  scelte per
licenziare i lavoratori e fortemente lesive non solo sul piano economico ma
anche della dignità umana, ed è per queste ragioni che forte deve essere il
sostegno e l’impegno per favorire la ripresa dell’attività lavorativa.

Il Presidente Pugliese e i
sindaci del territorio hanno voluto però fare un passo ulteriore a sostegno
reale e concreto dei 52 lavoratori e delle loro famiglie che ormai da diversi
mesi sono senza stipendio, senza sostentamento economico, è stata quindi
espressa e condivisa da tutti i presenti la proposta di istituire un fondo di
solidarietĂ , da concertare ed organizzare in accordo con i sindacati di
categoria e che dovrĂ  consentire ai lavoratori ed alle loro famiglie in questi
giorni e in queste settimane così difficili di respirare un po’ e sentirsi meno
soli.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *